70 ANNI ENASARCO: NON C'E' NULLA DA FESTEGGIARE

Giovedì 17 dicembre ore 10.30 presidio via A. Usodimare 3

Roma -

 

Ieri, presso la Camera dei Deputati, sono stati festeggiati i 70 anni dalla fondazione dell'Enasarco. Impossibilitati a ottenere un presidio a piazza Montecitorio, già occupata per un'altra manifestazione, gli inquilini e i lavoratori Enasarco hanno deciso di darsi appuntamento giovedì 17 dicembre sotto la sede nazionale della Fondazione per ricordare che gli oltre 50mila inquilini che vivono negli alloggi in dismissione e i lavoratori non hanno nulla da festeggiare.

Il presidente Boco, che ha deciso di vendere 17mila alloggi a prezzo di mercato per realizzare profitti da un miliardo e mezzo di euro, non è infatti Babbo Natale e non farà sconti a nessuno.

L'AS.I.A. RdB ha già inviato una richiesta formale di incontro al presidente Boco e al direttore generale Maggi per conoscere lo stato della situazione delle dismissioni del patrimonio della Fondazione, quali tutele si intende disporre per tutti gli inquilini che vogliono acquistare e per tutti quelli che non possono farlo. Si richiede, inoltre, di conoscere quali garanzie verranno messe in atto per impedire che 450 lavoratori - portieri e pulitori - perdano il proprio posto di lavoro.

Per difendere il diritto alla casa e al lavoro, giovedì 17 dicembre alle ore 10.30 presidio sotto la sede nazionale dell'Enasarco (via A. Usodimare 3)

Coordinamento dei comitati degli inquilini Enasarco, dei portieri e pulitori RdB


In allegato il volantino che convoca la manifestazione





* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni