"A Casal Monastero 40 case popolari nuove sono vuote da 4 anni"

Roma -

"A Casal Monastero 40 case popolari nuove sono vuote da 4 anni" „

La denuncia viene da Asia Usb che per venerdì mattina ha indetto una protesta in via San Giovanni Reatino. "Il comune non fa scorrere le graduatorie" spiega il sindacato. "Per assurdo l'Ater continua a sperperare soldi per la vigilanza"

"A Casal Monastero 40 case popolari nuove sono vuote da 4 anni" „

Una quarantina di case popolari vuote da oltre quattro anni mentre in lista per l'assegnazione restano in attesa, per anni, migliaia di famiglie. Accade a Casal Monastero, nelle case di proprietà dell'Ater. La denuncia arriva dal sindacato di base Asia Usb che per domani mattina, venerdì 13, dalle ore 11, ha indetto una protesta davanti ai palazzi pubblici in via San Giovanni Reatino 22, 24. “Questi immobili sono ancora da assegnare perché il comune non fa scorrere le graduatorie” denuncia Angelo Fascetti di Asia Usb. 

CASE VUOTE - Casal Monastero per il sindacato è un simbolo da 'segnalare', qui infatti si concetrano molti alloggi nuovi e vuoti. “Ma a Roma sono alcune centinaia le case pubbliche, tra quelle Erp e quelle dell'Ater, che si trovano nella stessa situazione". Per questo “invitiamo tutti i cittadini in emergenza abitativa che hanno fatto domanda per un alloggio popolare a protestare” . 

LA DENUNCIA - “Per assurdo, l’Ater, che dice di non avere soldi per la manutenzione, continua a sperperare denaro pubblico per pagare la ditta di vigilanza, mantenendo vuote le case con un’emergenza abitativa che non ha pari in Italia” continua Fascetti. “Risultato: Ater e Comune spreconi e veri responsabili della gestione scellerata del patrimonio pubblico, tutto a danno di migliaia di persone e famiglie che vivono con disperazione la mancanza di un tetto sulla testa” prosegue il sindacato. Oltre alla mobilitazione di domani, per martedì 17 novembre, Asia Usb ha indetto una manifestazione sotto la sede della Regione Lazio a Garbatella per rivendicare il diritto alla casa, l'attuazione del piano regionale per l'emergenza abitativa e l'assegnazione degli immobili vuoti. 

 

I NUMERI - L'assegnazione di una casa popolare nella Capitale, si sa, è quasi un miraggio. Sono migliaia le famiglie in attesa da anni, in alcuni casi anche dieci. La graduatoria con le domande avanzate nel 2012 è stata chiusa solo nell'estate del 2015 e, in coda, si sono messe oltre settemila persone. L'assegnazione, ha comunicato l'ex assessore Francesca Danese nel luglio del 2015, prosegue a un ritmo di 40 case al mese in media. Se i numeri rimangono questi, per smaltire la graduatoria del 2012-primo semestre 2013 ci vorranno quasi 15 anni. Tra i numeri forniti dall'amministrazione in una delle ultime conferenze stampa sul tema ci sono anche quelle delle occupazioni abusive da sgomberare: 743 persone tra alloggi Erp e quelli di proprietà di Roma Capitale. I numeri degli alloggi vuoti non sono stati diffusi. 

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/case-popolari-vuote-casal-monastero-via-giovanni-reatino.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809



Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/case-popolari-vuote-casal-monastero-via-giovanni-reatino.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni