"A viso aperto contro i divieti": Degage sfila in corteo nonostante il veto

Roma -

I Movimenti per il Diritto all'Abitare si sono radunati a San Lorenzo in risposta allo sgombero dello studentato di via Musa

 

Sfidando il divieto della Questura, gli attivisti dei Movimenti per il Diritto all'Abitare si sono radunati in piazzale Tiburtino a San Lorenzo per la manifestazione di risposta allo sgombero di martedì scorso dello studentato occupato Degage di via Musa. Imponente lo schieramento delle forze dell'ordine che hanno bloccato per oltre un'ora la piazza su entrambi i lati di via Tiburtina. La Questura aveva infatti autorizzato un presidio fisso in piazza San apostoli, a due passi da piazza Venezia, proprio sotto la Prefettura. Decisi a "non farsi intimidire" centinaia di persone hanno risposto all'appello di Degage.

 

"A VISO APERTO CONTRO I DIVIETI" -Intorno 18:30 e dietro lo striscione "A viso aperto contro divieti e misure giudiziarie" il corteo si è poi mosso su via Tiburtina in direzione di via dello Scalo di Porta Maggiore.

 

LA FINE DEL CORTEO - Dopo aver percorso via Tiburtina, via dei Reti e via dello Scalo, il corteo si è fermato allo scalo di San Lorenzo prima di Porta Maggiore. Come ultima azione "dimostrazione di quello che ci avete tolto" gli attivisti hanno composto di fronte al cordone della polizia con mobili poltrone e in letto la stanza di una casa. 

 

Il divieto di muoversi in corteo alla fine è stato infranto. E la piazza si è ridata appuntamento martedì mattina alle 11 quando una delegazione verrà ricevuta dal prefetto gabrielli. "Quel giorno saremo di più" hanno gridato dal microfono "vogliamo hiedere al prefetto cosa ha intenzione di fare con le occupazioni e gli ricordiamo che anche degage era stata inserita nella delibera regionale per l'emergenza abitativa".

 

LO SGOMBERO - Lo studentato Degage era stato sgomberato lo scorso 26 agostoda poliziotti e carabinieri intervenuti in via Musa alle prime luci dell'alba. Allontanati i circa 15 studenti presenti nella struttura gli stessi sono poi stati denunciati in commissariato per "invasione di edifici". 

 

LA NOTA DELLA QUESTURA - “Nel pomeriggio odierno, il preavvisato corteo del progetto “Degage” che, partendo da piazzale Tiburtino, sarebbe dovuto arrivare a piazza Santi Apostoli, non è stato effettuato, come da divieto emesso dal Questore D’Angelo. Si è svolta invece una manifestazione alternativa nel quartiere San Lorenzo, concordata con la Questura. Martedì prossimo, rappresentanti del progetto saranno ricevuti in Prefettura per esporre le loro richieste”.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni