AEQUAROMA: ENTE RISCOSSORE O UFFICIO COMPLICAZIONI AFFARI SEMPLICI?

Roma -

 

L’odissea quotidiana per gli inquilini delle case comunali che vogliono pagare gli affitti!

I 25.000 assegnatari di casa del Comune di Roma vivono da mesi un assurdo paradosso, non ricevono più i bollettini di pagamento del canone di locazione e degli oneri accessori e, se si cimentano nel cercare di pagare attraverso il sito online della società AEQUAROMA, che ha sostituito a Gennaio la Prelios che a sua volta aveva sostituito la tristemente nota Romeo, sbattono contro un muro di gomma che li rimbalza tra numeri verdi che non rispondono o pagine per la registrazione, difficilissime da trovare, che non funzionano (error404 page not found).

Così l’unica soluzione che rimane è mettersi in fila, assieme ad altre centinaia di persone, dalle 6 del mattino davanti ad uno dei pochi sportelli della suddetta AEQUAROMA sperando di non dover perdere tutta la giornata per esercitare il dovere di PAGARE l’affitto e non diventare così morosi rischiando di perdere il diritto alla casa.

Le segnalazioni che ci arrivano denunciano il disservizio da Marzo 2018 con l’evidente problematica dell’accumulo delle mensilità da pagare che metteranno in seria difficoltà gli inquilini, quando si troveranno di fronte al pagamento di molti affitti da pagare tutti in una volta.

Oltre il danno anche la beffa perché, dopo le mille peripezie per recuperare il tanto agognato bollettino, l’inquilino si troverà a dover pagare le spese postali, per il recapito mai avvenuto dello stesso.

Possibile che nell’era della telematica, delle votazioni online, delle piattaforme di democrazia diretta e delle monete virtuali, la capitale d’Italia non sia capace di SEMPLIFICARE una operazione così banale come quella di pagare un affitto?

ASIA-USB ROMA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni