ALEMANNO ESCLUDE L'ASIA-RDB DALL'INCONTRO SULLE CASE DEGLI ENTI. PROTESTANO I RAPPRESENTANTI DEI COMITATI SOTTO IL CAMPIDOGLIO.

FALLISCE IL TENTATIVO DI DIVIDERE GLI INQUILINI. IL SINDACO DI ROMA DEVE RICERCARE SOLUZIONI VERE PER FERMARE L'ARROGANZA DEGLI ENTI PRIVATIZZATI E DEI FONDI PENSIONE.

Roma -

CASE ENTI, ASIA RDB: «ESCLUSI DA INCONTRO CON SINDACO»
OMR0000 4 CRO TXT Omniroma-CASE ENTI, ASIA RDB: «ESCLUSI DA INCONTRO CON SINDACO» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Bonelli, delegato 'informale’ incaricato dal Sindaco di Roma a seguire la vicenda delle case degli enti privatizzati, fa dichiarazioni mendaci. L'Asia-Rdb non è stata presente anzi è stata esclusa dall'incontro con il sindaco nonostante rappresenti migliaia di inquilini degli Enti che si stano battendo da anni contro gli aumenti degli affitti e contro la vendita speculativa degli alloggi. È invece vero che erano presenti all'incontro cinque delegati dei comitati che hanno dato la loro delega a rappresentarli al nostro sindacato, spinti da noi stessi a partecipare, anche perché altrimenti il sindaco non avrebbe avuto degli interlocutori veri, visto che tra gli altri 'convocatì vi erano solo gli amici di Bonelli, quattro dei quali sono abitanti dello stesso fabbricato, a dimostrazione di quanto era rappresentativa la delegazione. La città di Roma ha bisogno di un sindaco che rappresenti tutti i cittadini e non faccia solo dichiarazioni di intenti che non sono seguite dai fatti. L'Asia-Rdb è il sindacato, riconosciuto dalla gran parte dell'inquilinato, che si sta battendo per impedire concretamente che vengano colpiti i ceti sociali più deboli ai quali si stanno proponendo aumenti dei canoni che vanno dagli attuali 400-500 euro agli 850-950 richiesti o dismissioni di alloggia prezzi speculativi. Il sindaco di Roma deve ricercare soluzioni a questo problema, discutendo magari con i veri protagonisti di questa battaglia, e non fare sindacato come si evince dalla dichiarazioni di Bonelli, che si è dimenticato di essere un amministratore». Lo comunica, in una nota, Asia Rdb. red 201810 mag 10
FINE DISPACCIO

 

CASE ENTI, CATARCI: A RIUNIONE SINDACO BONELLI HA INVITATO SOLO «AMICI»
OMR0000 4 POL,CRO TXT Omniroma-CASE ENTI, CATARCI: A RIUNIONE SINDACO BONELLI HA INVITATO SOLO «AMICI» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Alla riunione con il sindaco sulla questione degli Enti previdenziali, Cristiano Bonelli (incaricato del sindaco per le problematiche inerenti ai canoni di affitto delle case di proprietà degli Enti previdenziali privatizzati) ha invitato solo i comitati degli inquilini suoi amici». Questa la polemica sollevata dal presidente del municipio XI, Andrea Catarci che oggi in Campidoglio ha aderito alla manifestazione degli inquilini delle case degli Enti previdenziali. Alla riunione col sindaco, «oltre a Bonelli ci sono soltanto i delegati di due comitati di inquilini - prosegue Catarci - onestamente, mi sembra una presenza poco rappresentativa di una questione sociale delicata come quella degli Enti previdenziali. E per questo, Bonelli non mi sembra un buon referente del problema». gdr 201412 mag 10
FINE DISPACCIO

 
CASE ENTI, BONELLI: COMITATI RAPPRESENTATI CON MASSIMA DEMOCRAZIA

OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, BONELLI: COMITATI RAPPRESENTATI CON MASSIMA DEMOCRAZIA (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Quanto accaduto oggi in Campidoglio non era mai avvenuto in precedenza. L'incontro svoltosi fra il sindaco Alemanno e i rappresentanti degli inquilini delle case degli enti previdenziali ha ribadito la ferma volontà da parte dell'amministrazione di restare al fianco dei comitati che, tra l'altro, oggi erano presenti nella massima democrazia. Alla riunione ha partecipato la base degli inquilini, circa una trentina di persone in rappresentanza degli undici enti coinvolti, che ha potuto fare presenti i propri problemi. Stiamo strutturando un coordinamento che permetterà a un gruppo di lavoro, formato da tutti i rappresentanti degli inquilini e dagli avvocati che hanno seguito negli anni la vicenda, di formulare proposte all'amministrazione e di confrontarsi, anche duramente se necessario, con la dirigenza degli enti in occasione della prossima convocazione». Lo dichiara in una nota Cristiano Bonelli, incaricato del sindaco per le problematiche inerenti ai canoni d'affitto delle case di proprietà degli Enti previdenziali privatizzati. red 201829 mag 10
FINE DISPACCIO

 

 CASE ENTI, BONELLI: «MIEI AMICI A RIUNIONE? MA DI CHE PARLIAMO!»
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, BONELLI: «MIEI AMICI A RIUNIONE? MA DI CHE PARLIAMO!» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Io ho portato solo i miei amici alla riunione sulle case degli Enti previdenziali? Ma di che parliamo». Così, Cristiano Bonelli, incaricato del sindaco per le problematiche inerenti ai canoni di affitto delle case di proprietà degli Enti previdenziali privatizzati, interpellato a margine della riunione in Campidoglio. Bonelli, che ha risposto a chi gli chiedeva un commento alle dichiarazioni rilasciate dal presidente del municipio XI Andrea Catarci, ha tenuto a precisare: «alla riunione sugli Enti previdenziali, oltre al sindaco, erano presenti l'assessore Antoniozzi, il delegato Visconti, 30 persone in rappresentanza degli inquilini di queste case, alcuni aderenti alle Rdb e un consigliere municipale del Pd». Assente, invece, Bartolo Mancuso di Action, che ha deciso di non partecipare all'incontro. gdr 201639 mag 10
FINE DISPACCIO

  CASE ENTI, CATARCI: «A COSA È SERVITA RIUNIONE DI OGGI?»
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, CATARCI: «A COSA È SERVITA RIUNIONE DI OGGI?» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Il sindaco, almeno a parole, si è detto pronto a schierarsi dalla parte degli inquilini degli Enti privatizzati (Enpaia, Enasarco, Fimit, Fondo pensione banca di Roma, Cassa Geometri, Forense), che nel frattempo stanno inviando lettere per aumenti degli affitti (fino al 100%) e per la vendita degli alloggi a prezzi insostenibili, ma quali provvedimenti ha preso e intende prendere per evitare l'ennesimo ed annunciato 'massacro socialè, è, a tutt'oggi, un mistero. Per ora ci sono solo riunioni, organizzate con il Delegato 'informale, Bonelli, riservate a una cerchia ristretta di persone, sicuramente coinvolte ma assolutamente non rappresentative». Lo dichiara, in una nota, il presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci. «La questione è grave e preoccupante - prosegue - riguarda le sorti di 30000 famiglie, richiede un impegno concreto di inquilini, comitati e istituzioni: tutto il contrario di quello che sta facendo la Giunta Alemanno, attivamente impegnata a creare divisioni all'interno del movimento degli inquilini degli Enti. Se non è così a cosa è servita la riunione odierna tenuta in Campidoglio e quali risultati ha conseguito?». red 201622 mag 10
FINE DISPACCIO

CASE ENTI, ACTION: «NO A DISTINZIONE BUONI E CATTIVI»
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, ACTION: «NO A DISTINZIONE BUONI E CATTIVI» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Bonelli ha scelto in maniera del tutto arbitraria gli inquilini che dovevano incontrare il sindaco, la sua scelta è caduta su coloro che reputava più docili con lui. La sensibilità istituzionale avrebbe dovuto invece dare udienza a tutti quei cittadini che volevano incontrare il sindaco Alemanno. Non accettiamo distinzioni tra buoni e cattivi, per questo siamo andati via. Per risolvere il problema degli inquilini è necessario costruire un grossa massa critica, per fermare quegli enti che pensano più a speculare che al benessere dei cittadini». Così una nota di Action - Diritti in movimento. red 201742 mag 10
FINE DISPACCIO

 

 CASE ENTI, ALEMANNO: «CONVOCHEREMO TAVOLI E FAREMO ATTENTO STUDIO»
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, ALEMANNO: «CONVOCHEREMO TAVOLI E FAREMO ATTENTO STUDIO» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - Relativamente alla situazione degli Enti previdenziali privatizzati, «ci siamo fatti carico di fare studio attento del problema, di convocare dei tavoli con questi Enti, cosa che è già stata fatta dal prefetto, e di intervenire presso il Governo e presso il Parlamento con lo scopo di ottenere misure legislative che tutelino il diritto all'abitare: Roma non si può permettere di avere 40mila famiglie che si ritrovano in pochi mesi in mezzo a una strada alla ricerca di un'abitazione». Lo ha detto il sindaco Gianni Alemanno interpellato a margine dell'incontro con alcuni rappresentanti dei comitati di inquilini delle case degli Enti previdenziali. (SEGUE). gdr 201614 mag 10
FINE DISPACCIO

 

CASE ENTI, ACTION: «ABBIAMO ABBANDONATO RIUNIONE CON SINDACO»
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, ACTION: «ABBIAMO ABBANDONATO RIUNIONE CON SINDACO» (OMNIROMA) Roma, 20 mag - «Qualche giorno fa l'incaricato del sindaco sulle questioni degli enti ha convocato un incontro con il sindaco sulla questione delle dismissione e degli aumenti degli affitti operati dagli enti. Noi siamo stati invitati, in quanto seguiamo la vicenda della cassa geometri e degli inquilini degli enti previdenziali pubblici. Ma giunti all'incontro abbiamo scoperto che i partecipanti erano stati selezionati in maniera discrezionale da Bonelli, che non ha convocato pezzi importanti di inquilinato. Gli inquilini dell'Enpaia, l'Enasarco, e altri enti sono rimasti esclusi dall'incontro. Noi abbiamo chiesto che fosse ricevuta una delegazione anche degli esclusi in modo da realizzare un incontro più rappresentativo possibile. Di fronte ad un rifiuto, abbiamo lasciato l'incontro. Non accettiamo una logica di divisione tra gli enti, né un tentativo di cooptazione tra inquilini. Esiste una realtà drammatica che può essere affrontata soltanto con una battaglia di un movimento unito. Per questo anche i manifestanti di oggi parteciperanno all'assemblea degli inquilini della cassa geometri convocata per oggi alle 17.30 a via Botero 16 a, per lanciare un grande movimento unito per il diritto alla casa degli inquilini degli enti». Lo comunica, in una nota, Action. red 201634 mag 10
FINE DISPACCIO

 CASE ENTI, ALEMANNO: «CONVOCHEREMO TAVOLI E FAREMO ATTENTO STUDIO» - 2 -
OMR0000 4 POL TXT Omniroma-CASE ENTI, ALEMANNO: «CONVOCHEREMO TAVOLI E FAREMO ATTENTO STUDIO» - 2 - (OMNIROMA) Roma, 20 mag - (SEGUE). Secondo il sindaco «bisogna fare una proroga degli sfratti finalizzata agli inquilini delle case degli Enti previdenziali privatizzati e bisogna trovare una soluzione di carattere sociale: non dimentichiamoci che questi Enti hanno avuto forti contributi di carattere pubblico. Anche se oggi sono privatizzati, il loro capitale è di origine pubblica quindi non si possono permettere un atteggiamento uguale a quello di un normale immobiliarista». «Da questo punto di vista - ha aggiunto - è necessario un intervento legislativo che dia un indirizzo di tipo diverso. In ogni caso, il Comune di Roma si batterà fino in fondo per la difesa di questi inquilini». Il sindaco, che in Campidoglio ha incontrato una delegazione di inquilini delle case degli Enti previdenziali, ha tenuto ad aggiungere che «emerge un grandissimo disagio di tutti gli inquilini degli Enti che gestivano la previdenza e che ora sono stati privatizzati. Questi inquilini rischiano di perdere il loro diritto all'abitare per una forte opera di valorizzazione di questi immobili: vengono richieste cifre molto alte per le vendite, vengono fatti degli sfratti, vengono richiesti aumenti dei canoni d'affitto in maniera violenta e inaccettabile». «È vero - ha aggiunto - che ci sono degli accordi sindacali a monte di queste operazioni ma noi riteniamo che questi accordi non abbiamo realmente rispettato il diritto all'abitare di questi cittadini». «È una situazione estremamente grave - ha ribadito Alemanno - perche 30-40mila famiglie a Roma potrebbero trovarsi senza casa aggravando in maniera esponenziale il problema della casa nella nostra città». All'incontro erano presenti anche l'assessore alla Casa, Alfredo Antoniozzi, Marco Visconti e Cristiano Bonelli, incaricato del sindaco per le problematiche inerenti ai canoni di affitto delle case di proprietà degli Enti previdenziali privatizzati, che ha detto: «L'amministrazione comunale non può risolvere direttamente un problema di carattere nazionale, ma ci adopereremo per formulare delle proposte al Governo e per tutelare questi inquilini». gdr 201633 mag 10
FINE DISPACCIO

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni