Alemanno faccia il Sindaco e non il sindacato! GLI INQUILINI DEGLI ENTI PRIVATIZZATI SI AUTOCONVOCANO GIOVEDI' 20 ALLE ORE 12,30 IN P.ZZA DEL CAMPIDOGLIO.

Roma -

Gli inquilini degli Enti privatizzati si autoconvocano oggi giovedì 20 maggio alle ore 12,30 in Piazza del Campidoglio per chiedere al Sindaco di Roma di essere ricevuti.

Dopo la convocazione da parte del Prefetto di Roma degli Enti Privatizzati il 4 maggio scorso, incontro del quale non sappiamo ancora gli esiti, abbiamo richiesto la scorsa settimana al Sindaco di Roma un incontro urgente per conoscere quali iniziative vuole prendere per fermare l'intento speculativo degli Enti privatizzati, che nel frattempo stanno inviando (Enpaia, Enasarco, FIMIT per la ex Cassa Notariato, Fondo pensione Banca di Roma, Cassa Geometri, Forense, ecc.) lettere minatorie per aumenti degli affitti fino all'80/100% e per la vendita degli alloggi a prezzi insostenibili per buona parte dell'inquilinato.

Non abbiamo ancora avuto alcun riscontro.

Abbiamo invece saputo che alcuni rappresentanti dei comitati inquilini dei vari Enti (non tutti e non di tutti gli enti, perché?), alcuni dei quali hanno dato mandato a rappresentarli al nostro sindacato, sono stati 'contattati' da alcuni inquilini e in alcuni casi dalla segreteria del Presidente Bonelli (delegato 'ufficiosamente' dal Sindaco Alemanno a seguire la vicenda degli enti) per essere invitati ad un incontro con il Sindaco che si terrà oggi 20 maggio alle ore <metricconverter productid="13,00 in" w:st="on">13,00 in</metricconverter> piazza del Campidoglio, ignorando chi ha lanciato in questi mesi con la mobilitazione la battaglia contro il caro affitti  e contro le dismissioni speculative e che da anni sta combattendo contro l'arroganza degli enti e dei fondi pensione, producendo risultati importantissimi come l'acquisizione da parte dell'ATER degli alloggi in dismissine e la costituzione di un fondo all'1% per aiutare chi è in condizione di acquistare la propria casa.
Il Sindaco di Roma deve indicare agli inquilini quali sono i provvedimenti e le azioni che intende prendere per difendere le 30.000 famiglie romane colpite dalla politica di questi enti, l'organizzazione e il coordinamento della protesta degli inquilini spetta ai loro comitati ed ai sindacati che hanno avuto la delega.

Fermiamo chi vuole dividere il movimento degli inquilini per riproporci i soliti giochi della politica, quella stessa politica che ha prodotto le leggi che fanno degli Enti privatizzati e dei vari Fondi pensione degli arroganti speculatori.

Roma, 20 maggio 2010

ASIA-RdB

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni