ASIA-USB BERGAMO: NESSUNA RISPOSTA ALLA RICHIESTA DI BLOCCO DEGLI SFRATTI INVIATA ALLE ISTITUZIONI A SEGUITO DELL'EMERGENZA CORONAVIRUS!

Bergamo -

BERGAMO IN GINOCCHIO, MA GLI SFRATTI CONTINUANO

Non abbiamo ancora ricevuto risposte in riferimento alla Lettera inviata alle Istituzioni da AsIA Bergamo e Potere al Popolo Bergamo nella quale chiediamo il blocco di sfratti e sgomberi a causa dell'emergenza sanitaria in corso.

Nonostante la situazione di Bergamo e provincia stia peggiorando esponenzialmente di giorno in giorno e già altre province abbiamo almeno imposto il Blocco dell'utilizzo di forza pubblica per questo tipo di procedimenti, le istituzioni orobiche non hanno ancora preso posizione. Del resto l'assenza di soluzioni e Istituzioni Latitanti non ci meravigliano e non esitiamo a dire che questa è una situazione grottesca cui è necessario un immediato blocco degli Sfratti, a tutela di operatori e Famiglie.

Riteniamo che in questo momento sia prioritario, più di ogni altra cosa, salvaguardare la Salute Pubblica e la Sicurezza sanitaria individuale e collettiva; risulta evidente il fatto che ogni persona, presente nei territori interessati, abbia una sistemazione abitativa sia fondamentale per contrastare la diffusione del CoronaVirus, in particolare nelle Aree Metropolitane.

Riteniamo che proprio il Comune, il Sindaco e gli assessorati competenti debbano attivarsi immediatamente per incrementare gli interventi a Sostegno dei nuclei familiari sotto sfratto oltre che per spingere anche il Tribunale di Bergamo a prendere una posizione che non lasci spazio a interpretazioni, inoltre chiediamo a gran voce che il Governo stesso emetta un provvedimento che sospenda le esecuzioni su tutto il territorio nazionale.
 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni