ASIA/USB Bologna Risponde a tendenziosi attacchi del Carlino Bologna

Bologna -

IN MERITO ALLA RECENTE CAMPAGNA CONDOTTA DAL QUOTIDIANO "IL RESTO DEL CARLINO" CONTRO LE OCCUPAZIONI DI STABILI VUOTI E ABBANDONATI, ASIA-USB DICHIARA QUANTO SEGUE:
RIGUARDO ALL'OCCUPAZIONE DI VIA TOSCANA, DENUNCIAMO CON FORZA LA TENDENZIOSITA', LA VOLUTA SUPERFICIALITA' D'ANALISI, IL PROVINCIALISMO E LA SCARSA DOCUMENTAZIONE STORICA CON CUI IL 'CARLINO' HA ARGOMENTATO LA SUA CAMPAGNA CONTRO LE OCCUPAZIONI ABITATIVE.
SORVOLIAMO SULLE AFFERMAZIONI PALESEMENTE FALSE, COME QUELLA RIGUARDANTE IL NUMERO DEGLI OCCUPANTI CHE NON E' MAI CAMBIATO SOSTANZIALMENTE, O SUL FATTO CHE ASIA NON ABBIA MAI PROPOSTO A CARISBO DI PAGARE LE UTENZE (LO ABBIAMO FATTO DIVERSE VOLTE ED UNA VOLTA ADDIRITTURA RICORRENDO ALLA MEDIAZIONE DELL'ASS. MALAGOLI, E CARISBO HA SEMPRE NEGATO QUALSIASI CONFRONTO. QUESTO CON BUONA PACE DELL'AVV. COLIVA E DELLA SUA LAVANDERIA IMMAGINARIA). CIO' CHE CI FA RABBRIVIDIRE E'LA SUPERFICIALITà, LA VUOTA LEGGEREZZA CON LA QUALE IL SIG.DONDI AFFRONTA TEMI CHE, ALMENO LO SI RICONOSCA, RAPPRESENTANO UN DRAMMA, IN ITALIA, PER CENTINAIA DI MIGLIAIA DI FAMIGLIE (LO RICORDIAMO PER L'ENNESIMA VOLTA: SOLO NEL 2013 I PROVVEDIMENTI DI SFRATTO SONO STATI PIù DI 76.000 MILA CON UNA TENDENZA AL RIALZO NEL PRIMO SEMESTRE DEL 2014 - DATI DEL MINISTERO DEGLI INTERNI). SE IL SIG DONDI FOSSE STATO UN GIORNALISTA SERIO, SI SAREBBE DOCUMENTATO SULLA GENESI DELL'OCCUPAZIONE DI VIA TOSCANA E AVREBBE SCOPERTO CHE ESSA FU LA CONCLUSIONE DI UNA CAMPAGNA CHE ASIA CONDUSSE CONTRO IL CONCETTO DI ASSISTENZIALISMO ABITATIVO (I DORMITORI PER INTENDERCI, PERCHE' E' DA QUELLA GALASSIA CHE PROVENGONO GLI ABITANTI DI VIA TOSCANA), CHE NON PRODUCE RISULTATI PER LE PERSONE E COMPORTA SPESE ENORMI PER LE AMMINISTRAZIONI (E' PROPRIO DI OGGI LA NOTIZIA DEGLI ULTERIORI TAGLI A QUESTO SETTORE DEL WELLFARE CHE, CON LA SCUSA DI OTTIMIZZARE IL VALORE DELL'ASSOCIAZIONISMO, CHIUDERA' UN ULTERIORE VALVOLA DI SFOGO AI SENZACASA E CANCELLERA' ALTRI POSTI DI LAVORO). SE IL SIG DONDI AVESSE INDAGATO A FONDO E COMPARATO I COSTI DI GESTIONE CHE COMPORTA OSPITARE 60 PERSONE ALL'INTERNO DI UN DORMITORIO CON QUELLI CHE IL COMUNE HA AFFRONTATO PER PAGARE LA LUCE DI VIA TOSCANA, AVREBBE MAGARI TITOLATO I SUOI LAVORI CHIEDENDOSI: "QUANTO HA RISPARMIATO IL COMUNE? E MAGARI, NEL SECONDO ARTICOLO, AVREBBE RIVOLTO PAROLE DI ELOGIO ALL'ASSESSORE FRASCAROLI CHE, CON LA SUA INTELLIGENZA AMMINISTRATIVA, HA RISPARMIATO SOLDI PUBBLICI. ED INOLTRE, COSA VI E' DI TANTO SCANDALISTICO DA MERITARE CARATTERI CUBITALI NEL FATTO CHE UN'AMMINISTRAZIONE INTERVENGA A SOSTEGNO DI PERSONE IN UNA CONDIZIONE DI DISAGIO?
 SE IL SIG DONDI AVESSE LETTO IL PIANO CASA DEL GOVERNO RENZI AVREBBE FORSE NOTATO CHE QUANTITA'CONSIDEREVOLI DI DANARO PUBBLICO VENGONO SPESE IN QUESTA DIREZIONE. IL PROBLEMA E'CHE, IN BASE A QUELLA LEGGE, I SOLDI PUBBLICI FINISCONO NELLE TASCHE DEI PRIVATI SENZA PRODURRE SOLUZIONI DURATURE E CONCRETE E, NEL TEMPO CONTINUERANNO A PRODURRE DISAGIO ANZICHE' ALLEVIARLO. INOLTRE, DETTA LEGGE, COERENTE COL DISEGNO POLITICO DI MATTEO RENZI CHE PREVEDE LA MESSA A VALORE DEI DIRITTI, INTERVIENE SOLO A FAVORE DI CHI HA DETERMINATE CAPACITA' REDDITUALI DIMENTICANDO TUTTI QUEI MILIONI DI LAVORATORI CHE DI UN REDDITO NON POSSONO PIU'DISPORRE E CHE, GUARDA CASO, IN MANCANZA DI ALTERNATIVE, SONO COSTRETTI AD OCCUPARE.
MA GIA'...IL VERO FILO CONDUTTORE CHE IL SIG DONDI USA NEI SUOI ARTICOLI E' LA LEGALITA'.
 DATA LA COMPLESSITA' DEL TEMA E PROBABILMENTE NON AVENDO UNA GRANDE STIMA DEL SIG. DONDI, IL CARLINO MANDA IN SUO APPOGGIO IL SIG POLI IL QUALE VA ADDIRITTURA A SCOMODARE FRANCESCO ZANARDI, SINDACO DI BOLOGNA DURANTE E IMMEDIATAMENTE DOPO IL PRIMO CONFLITTO MONDIALE. "ZANARDI" DICE TESTUALMENTE IL SIG.POLI PER GIUSTIFICARE IL FATTO CHE QUESTI NON FECE RICORSO ALLO STRUMENTO LEGALE E COSTITUZIONALE DELLA REQUISIZIONE, "ERA CONVINTO CHE CHI INDOSSA LA FASCIA TRICOLORE DEBBA (DEVE, NEL TESTO) ESSERE DI ESEMPIO SE VUOLE ESSERE CREDIBILE: NON PUO' PRETENDERE IL RISPETTO DELLE LEGGI SE POI E' LUI STESSO A INFRANGERLE" (AL CHE ZANARDI HA PRESO A RIVOLTARSI COME UNA TROTTOLA NELLA TOMBA).
RICORDO AL SIG POLI CHE SAREBBE STATO DOVEROSO CITARE QUANTO ZANARDI FECE A FAVORE DEI CETI POPOLARI (AD ESEMPIO IMPONENDO AI PROPRIETARI DI CASE DI ATTTUARE A LORO SPESE MIGLIORIE NEGLI APPARTAMENTI CHE AFFITTAVANO ECC..) E SAREBBE ANCHE STATO DOVEROSO RICORDARE, A QUESTO PUNTO, QUANTO ACCADDE IL 14 OTTOBRE 1920 QUANDO, DOPO UN COMIZIO CHE IL NOSTRO GRANDE SINDACO TENNE ASSIEME AD ERRICO MALATESTA, UN CORTEO SI MOSSE DA PIAZZA MAGGIORE VERSO LA 'DOZZA' E FINI' IN UN CONFLITTO A FUOCO CON LA POLIZIA.
 GIA...ZANARDI AVEVA COSI'TANTO RISPETTO DELLE LEGGI FASCISTE ( QUELLI ERANO I TEMPI ) CHE NEL 1938 FINI' CONFINATO A CAVA DEI TIRRENI... (ANCHE QUI, GUARDA CASO, UNA MISURA MOLTO SIMILE A QUELLA ADOTTATA QUALCHE MESE FA DALLA MAGISTRATURA BOLOGNESE CONTRO NUMEROSI ATTIVISTI DELLE LOTTE PER IL DIRITTO ALL'ABITARE).
POI, A PROPOSITO DELLA LEGALITA' DELLA REQUISIZIONE, INVITEREI IL SIG POLI A LEGGERE LE DICHIARAZIONI DI QUALCHE MESE FA DEL GIUDICE EMERITO DELLA CONSULTA, PAOLO MADDALENA O A SCORRERE LA BIOGRAFIA DI UN ALTRO GRANDE SINDACO A NOME GIORGIO LA PIRA (SINDACO DI FIRENZE, MEMBRO DELL'ASSEMBLEA COSTITUENTE, DEMOCRISTIANO E PROFONDAMENTE CATTOLICO, QUINDI NON CERTO UN SOVVERSIVO ) CHE, NEGLI ANNI '60, A FRONTE DEL GRANDE NUMERO DI SFRATTI, FECE RICORSO SENZA ESITAZIONE ALLO STRUMENTO DELLA REQUISIZIONE (ATTIRANDOSI GLI STRALI DI UN PERSONAGGIO INFLUENTE COME DON STURZO).

E' IL CORAGGIO DI ANDARE CONTRO I DETTAMI GOVERNATIVI QUANDO NECESSARIO, IL SENSO PROFONDO DI GIUSTIZIA SOCIALE, LA CAPACITA' DI GENERARE BENESSERE E MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' DELLA VITA DEI CITTADINI CHE RENDONO UN SINDACO INDIMENTICABILE OLTRECHE' CREDIBILE. MA QUESTE SONO DOTI CHE A BOLOGNA SI SON PERSE DA TEMPO.
 L'ASS. FRASCAROLI DICE CHE IL DISTACCO DELL'ENERGIA ELETTRICA DA VIA TOSCANA E' UN ATTO AMMINISTRATIVO E NON POLITICO: BENE, SI ADOPERI ALLORA, LEI E I SUOI COLLEGHI, PER FARE I PASSAGGI POLITICI NECESSARI A GARANTIRE LA DIGNITA' DI CUI OGNI PERSONA HA DIRITTO. QUESTO E' IL SUO DOVERE!
E' CON UN GRAN SENSO DI AMAREZZA CHE CONCLUDIAMO QUESTO COMUNICATO: NON CI ABITUEREMO MAI ALLO SQUALLORE DI CHI, SERVO DELLA PARTE PIU' OSCURANTISTA DI QUESTO SISTEMA DI POTERE, SI PERMETTE DI TRATTARE IN QUESTI TERMINI I DRAMMI E LE SOFFERENZE DI MILIONI DI PERSONE.  SE INTERROMPERANNO LA FORNITURA DELL'ENERGIA ELETTRICA IN VIA TOSCANA SARA' L' ENNESIMO ATTO DI INGIUSTIZIA AL QUALE REAGIREMO CON LA STESSA DETERMINAZIONE E LA STESSA LUCIDA RABBIA DI SEMPRE.
l'ULTIMO PENSIERO VA AL COMPAGNO LIBERO ZANARDI, FIGLIO DI FRANCESCO, UCCISO DAI FASCISTI A RIMINI.

per asia-usb

giorgio simbola

347 79 25 632.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni