ASSEMBLEA CITTADINA VENERDI' 13 GIUGNO A ROMA. IL PIANO CASA DI RENZI IGNORA IL TEMA DELLA GESTIONE SPECULATIVA DEL PATRIMONIO ABITATIVO DEGLI ENTI PREVIDENZIALI.

Venerdì 13 Giugno ore 17,00

ASSEMBLEA CITTADINA

Presso SALA ROSSA del Consiglio del VII Municipio (ex X)

in Piazza Cinecittà 11

Roma -

E’ stato definitivamente convertito in legge il cosiddetto ‘Piano casa’ di Renzi/Lupi e non contiene nessuna norma che riguarda il tema della gestione del patrimonio abitativo degli Enti previdenziali. Questo nonostante l’approvazione alla Camera dei Deputati a dicembre 2013 della Mozione che chiede di chiarire il quadro normativo che regola il processo di dismissione del patrimonio degli Enti previdenziali sia pubblici che privatizzati; di aprire un tavolo di confronto anche con la partecipazione dei sindacati degli inquilini; di garantire tutele per gli inquilini; di regolarizzare gli inquilini sine titulo.

Viene ignorato completamente il tema dell’inquilinato degli enti (problema che riguarda circa 100.000 famiglie in Italia) oggetto di continue richieste di vendita degli alloggi a prezzi speculativi (vedi CNPR, Enpam, Enasarco, ecc.), di aumenti inaccettabili degli affitti (Enpaia, Casse Geometri-Ragionieri-Forense, ecc.) e degli sfratti. Questo nonostante le continue inchieste della magistratura, che già stanno portando ai primi arresti, sulla gestione truffaldina e poco trasparente dei soldi ritenuti agli iscritti ai vari ordini professionali per il pagamento delle loro future pensioni. Queste inchieste riguardano anche la gestione del loro patrimonio abitativo. Questo nonostante il Consiglio di Stato abbia dichiarato a più riprese gli enti rientranti nell’elenco Istat pubblici a tutti gli effetti.

Questo decreto legge, oltre a ignorare colpevolmente il tema dell’inquilinato (il Senato ha puntualmente bocciato gli emendamenti presentati dal M5S, Sel, PD, ecc.), non affronta il problema della casa nel nostro paese ma dichiara guerra ai più poveri, quelli costretti ad occupare un alloggio di un ente o palazzi tenuti vuoti dalla speculazione, in mancanza - più che ventennale - di una politica della casa. Anzi questo ‘Piano Casa’ del Governo Renzi contiene un articolo (il famoso art.5) che penalizza chi occupata abusivamente un alloggio addirittura configurando l’ipotesi di negargli la residenza e le utenze (acqua, luce, gas).

E’ finito in una bolla di sapone l’impegno preso da quelle forze politiche che, a parole, sostengono la necessità di dare una soluzione alla vertenza degli inquilini degli enti previdenziali e, nei fatti, impediscono che questo avvenga.

Occorre riprendere l’iniziativa dell’inquilinato resistente per il rispetto degli impegni presi nelle mozioni e negli ordini del giorno approvati dal Parlamento, dai Consigli regionali e comunali.

Questi atti di impegno sono il risultato delle mobilitazioni dell’inquilinato resistente che si sta battendo da anni contro i processi di privatizzazione e speculazione messi in atto sulle case degli Enti previdenziali pubblici e privatizzati che hanno costituito il proprio patrimonio abitativo per svolgere una funzione di calmierazione del mercato della casa.

Apriamo un confronto con tutti gli inquilini per rafforzare la battaglia per il riconoscimento del diritto alla casa e per fermare la gestione speculativa del patrimonio degli enti previdenziali.

Chiamiamo le istituzioni di prossimità, Municipi, Comune e Regione, a partecipare a questo confronto per far si che il Governo rispetti gli impegni presi dal parlamento e per mettere in campo a livello delle istituzioni comunale e regionale una forte iniziativa di tutela degli inquilini.

 

Venerdì 13 Giugno ore 17,00

ASSEMBLEA CITTADINA

Presso SALA ROSSA del Consiglio del VII Municipio (ex X) in Piazza Cinecittà 11
(Fermata Subaugusta, Metro A)

·        Per fermare la gestione speculativa del patrimonio abitativo degli enti previdenziali;

·        Per garantire la tutela di tutti gli inquilini, anche di quelli che non potranno acquistare.

·         Per il blocco degli sfratti

 

 

ASSOCIAZIONE INQUILINI E ABITANTI - USB

Via dell’Aeroporto, 129 - 00175 Roma - Tel. 06 7628280 - 06 762821 - fax 7628233

Sito: www.asia.usb.it - e-mail: info@asia.usb.it Facebook: Asia Usb - twitter:  @ASIA_USB_ROMA

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati