Benevento, altra giornata 'calda'. I senza casa occupano l'ex Istituto Orsoline, poi lo sgombero

Benevento -

Ancora una giornata calda che riguarda l'emergenza casa a Benevento. Stamattina infatti, le 17 famiglie che ieri avevano occupato (per poi lasciare in serata) lo stabile a palazzo De Matteis al Rione Ferrovia, hanno messo in atto una nuova clamorosa protesta occupando il piano alto dell'edificio di proprietà del Comune di Benevento in via Bosco Lucarelli, meglio conosciuto in città per aver ospitato a lungo le Suore Orsoline. Attualmente la struttura ospita anche la scuola paritaria primaria e dell'infanzia della Fondazione 'De Martini'. Proprio per questo motivo stamattina ci sono state scintille tra occupanti e genitori dei bimbi che stavano per recarsi a scuola. Momenti di tensione, lezioni interrotte e bimbi riportati a casa con tanto di richiesta di pronto intervento al Comune di Benevento. La tensione è durata solo pochi minuti anche perchè gli attivisti del Movimento di Lotta per la Casa hanno chiesto alle forze dell'ordine presenti in zona di aprire il portone dello stabile posizionato in via Rummo, al fine di non turbare i bimbi del 'De Martini'. Ipotesi subito scartata. Verso le 13.30 la Polizia ha presidiato l'accesso dell'istituto e, a detta degli esponenti del Movimento di Lotta per la Casa, sono state staccate le utenze all'edificio. Nel primo pomeriggio, poco dopo le 15.30, le Forze dell'Ordine hanno cominciato lo sgombero dello stabile durato poco più di un'ora. Una volta giù in strada, gli attivisti del Movimento e le famiglie si sono recati nei pressi della mensa della Caritas per protestare: via Rummo in tilt, traffico bloccato e cori di protesta contro le istituzioni.
"Questa mattina abbiamo occupato l'edificio "ex Orsoline"" hanno affermato dal Movimento di Lotta per la Casa "Struttura proposta precedentemente dal movimento per risolvere la questione abitativa. Tale soluzione è stata rifiutata dalle istituzioni che la descrivevano come una struttura fatiscente, priva di acqua e luce e non idonea ad ospitare nuclei familiari. Al nostro ingresso stamani si è palesata ai nostri occhi una situazione ben diversa. La struttura è in buone condizioni e con allaccio di acqua e luce, quest'ultimi staccati dopo il nostro ingresso. Ancora una volta le istituzioni non mostrano una reale volontà di risolvere l'emergenza abitativa, di garantire un diritto fondamentale quale quello della casa ma solo un voler gettare fumo negli occhi". Ieri sera sembrava fatta dopo l'incontro tra gli esponenti del Movimento con il sindaco, Fausto Pepe, per sistemare le famiglie nell'ex scuola di via Cupa Ponticelli: "Ma la struttura è troppo piccola per ospitare tutte le famiglie - hanno voluto precisare dal Movimento di Lotta per la Casa - ed è già parzialmente utilizzato da altre famiglie. La struttura ex Orsoline è, secondo noi, quella maggiormente idonea".
Infuriati i genitori dei bimbi che, stamattina, dovevano recarsi al 'De Martini'. Lezioni sospese e tanta rabbia con i genitori che hanno chiesto a gran voce l'intervento del Comune di Benevento: "Non possiamo accettare una situazione del genere - ci ha detto una giovane mamma - paghiamo le tasse ed i nostri bambini hanno il diritto di stare tranquilli. Mi dispiace per queste famiglie, ma non è concepibile andare avanti in questo modo".
G.V.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni