CASA. Crollano mutui e compravendite.

Da Repubblica on-line del 01 dicembre 2011

Roma -

Secondo le rilevazioni dell'Istat sul fronte dei prestiti c'è stata una brusca inversione di tendenza (-8,1%) rispetto ai primi tre mesi del 2011. In flessione anche le transazioni: -3,2%

Mutui e transazioni in calo anche a Napoli MILANO - Nel secondo trimestre dell'anno le compravendite immobiliari hanno registrato un forte calo, perdendo il 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2010. Lo comunica l'Istat. Nel secondo trimestre 2011 le convenzioni relative a compravendite di unità immobiliari sono risultate pari a 219.905. Il 93,2% riguarda le case, ovvero gli immobili ad uso abitazione ed accessori, il 5,9% è fatto da immobili ad uso economico.

In Italia il numero totale dei mutui nel secondo trimestre del 2011, su base annua, è caduto dell'8,1%. Il dato segna una brusca
inversione di tendenza rispetto al primo trimestre quando si era registrata una crescita. Il totale è ammontato a 193.474. In particolare, quelli con costituzione di ipoteca immobiliare (118.834) sono diminuiti del 5,3%, mentre i mutui non garantiti da ipoteca immobiliare (74.640) si sono ridotti del 12,3%.

Il numero di
mutui risulta in sensibile aumento soltanto nelle Isole (+23,3%): in particolare, quelli senza ipoteca sono cresciuti del 29,9%, i mutui con ipoteca del 19,3%. La diminuzione tendenziale dei mutui osservata nelle città metropolitane (-11,6% per i mutui senza costituzione di ipoteca immobiliare e -4,3% per quelli garantiti da ipoteca) è stata minore di quella registrata nelle altre città (rispettivamente, -12,7% e -6,0%).

 (02 dicembre 2011)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni