CASE, IL MERCATO ARRANCA. LE CITTA' PIU' CARE: Firenze, Roma e Bologna.

Le case costano di meno ma gli affitti aumentano.

BOLOGNA E PARMA LE PIÙ COSTOSE IN EMILIA-ROMAGNA.

Roma -

L’effetto della crisi!

Le compravendite sono aumentate solo dello 0,5%.
Le città più care sono Firenze, Roma, Bologna.
Il Rapporto immobiliare 2011.

Roma. Il mercato immobiliare continua a soffrire gli effetti della crisi. Nel 2010 le compravendite sono rimaste sostanzialmente ferme, con un +0,5%. Mentre nei primi tre mesi del 2011 c’è persino stata una lieve flessione. E per quest’anno è previsto un calo dei prezzi. Firenze è la città dove si spende di più per una casa, seguita da Roma e Bologna. Emerge dal Rapporto immobiliare 2011, realizzato dall’Agenzia del Territorio e dall’Abi. Lo scorso anno le compravendite di abitazioni sono state 617.286, +0,5% rispetto al 2009. Sono aumentate di più nelle città: in particolare del 6,9% negli otto centri più grandi d’Italia.

“Il 2011sarà più difficile del 2010. Ci aspettiamo un calo delle compravendite tra -0,8% e il -1%”, stima però Paolo D’Alessandris, ricercatore del Cresme. Si attende anche un calo dei prezzi tra il 4 e il 5%.

Le città più care.
Nel 2010 le case sono costate in media 1.578 euro al mq pressoché stabili rispetto al 2009 (+0,1%). Firenze è la città più cara: una casa costa in media 317 mila euro. A seguire, Roma (306mila) e Bologna (303mila).

Asorpresa,a Genova il prezzo medio di un’abitazione è, con 255mila euro, più caro che a Milano (244mila). Lo stesso vale per Napoli (248mila ). La più economica tra le grandi città è Torino (223mila).

Mutuifattibili perunosudue La possibilità per le famiglie di accedere all’acquisto è migliorata, anche se di poco: il 51% dei nuclei familiari (13 milioni circa) dispone di un reddito sufficiente a coprire almeno il 30% del costo annuo, reale e finanziario, della casa.

Nel 2004 erano il 62%, ma nel 2008solo il46%.Il miglioramento nel 2010 è dovuto alla riduzione del costo del credito, mentre le case sono diventate più care. (CITY)

CASA: BOLOGNA E PARMA LE PIÙ COSTOSE IN EMILIA-ROMAGNA

INDAGINE PORTALE CASA.IT; A FORLÌ, REGGIO, RIMINI CALO DEL 3,5%
(ANSA) - BOLOGNA, 11 MAG –
Con un picco rispettivamente di 5.000 e 4.500 euro al metro quadro per una casa in centro, Bologna e Parma competono per il titolo di città pi— cara dell'Emilia Romagna: a rivelarlo è un'indagine di Casa.it, il portale immobiliare, con oltre 700.000 annunci e circa di 4.000.000 utenti unici al mese. L'analisi evidenzia, inoltre, affitti alle stelle a Bologna e nelle altre zone universitarie di Parma e Piacenza. Secondo l'Osservatorio Casa.it, per abitare sono necessari in media 3.500 euro al metro quadro, prezzo che si alza fino a toccare i 5.000 per soluzioni in buone condizioni nel centro storico. Un'altra zona molto richiesta è quella antistante la stazione, dove un buon usato oscilla tra i 2.800 e i 3.000 euro. A Parma, invece, la media si aggira sui 2.950 euro, con prezzi - fino a 4.500 - se si scelgono immobili ristrutturati nel centro. Rimini fa registrare una media di 2.350 euro al metro quadro, con picchi fino a 4.350 per immobili signorili in ottimo stato nel centro storico. A Ravenna la quotazione media è di 2.700, raggiungendo anche 3.330 per soluzioni ristrutturate nelle zone centrali. A Ferrara e Reggio sono necessari rispettivamente 2.650 e 2.300 euro al metro quadro, prezzi che salgono fino a sfiorare i 3.000 per appartamenti di nuova costruzione. Per acquistare un immobile a Modena servono in media 2.200 euro al mq, anche se nel centro storico si trovano soluzioni ristrutturate sui 4.100 euro. Si registra, inoltre, una forte richiesta per la zona Villaggio Giardini, il cui costo oscilla tra i 2.700 ei 3.000 Euro. Forlì e Piacenza hanno prezzi medi più bassi: rispettivamente 2.150 e 2.100 euro al mq. La seconda però fa registrare picchi fino ai 3.800 euro per appartamenti signorili in ottime condizioni nel centro storico. «Le quotazioni degli immobili in Emilia-Romagna sono rimaste pressochè stabili rispetto al 2010, solo di Forlì, Reggio Emilia e Rimini fanno registrare un calo del 3,5% - commenta Daniele Mancini, ad di Casa.it - L'analisi condotta sul portale ha rilevato, inoltre, una preferenza per le soluzioni di trilocali, che a Ferrara, Piacenza e Modena si confermano le metrature più ricercate.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni