CASO ENPAP, GLI INQUILINI RESISTENTI CHIEDONO AL GOVERNO DI FERMARE LE SPECULAZIONI.

Roma -

“IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO”

Ancora una volta l’E.N.P.A.P. (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi) sale agli onori della cronaca per l’utilizzo a dir poco “disinvolto” dei contributi previdenziali obbligatori dei propri iscritti:

2008 - 2009: investimenti in titoli mobiliari speculativi (Lehman Brothers per 10 mln di euro – Hedge Funds Celtics e Robur per 2,23 mln di euro – titoli obbligazionari Banco Popolare, Citigroup, Household per 30 mln di euro) con gravi perdite (circa 11 mln di euro complessivi) che hanno comportato quantomeno “minore assistenza” per i propri assistiti (cfr Indagine conoscitiva Commissione Parlamentare di controllo sulle attività degli Enti gestori di forme obbligatorie di previdenza ed assistenza sociale – Presidente Sen. Giorgio Jannone – seduta del 22 dicembre 2010 -pag. 166-167);

2010-2011: acquisto dall’immobiliare “Estate 2” per circa 54 mln di euro complessivi dell’immobile sito in Roma, Via Stamperia 64 (3.900 mq) che la medesima immobiliare aveva acquistato nello stesso giorno (31 dicembre 2011) per circa 26,5 mln di euro dal Fondo Immobiliare “Omega” gestito dalla Fimit per conto di Intesa San Paolo.

La rappresentazione “A danno dei poveri cittadini comuni e vantaggio dei soliti noti”:

E.N.P.A.P.: spende e spande, tanto i contributi obbligatori incassati sono degli assistiti!!!;

TITOLI TOSSICI: il grande capitale speculativo colpisce e rifiorisce!!!;

ESTATE 2: amministratore unico Sen. Riccardo CONTI (PdL ex UDC) che – senza alcun esborso diretto – incassa una plusvalenza di circa 18 mln di euro nell’arco di pochissimi giorni!!!;

FIMIT: dove c’è immobile di Ente/Cassa previdenziale la FIMIT è presente, con buona pace degli assistiti in questo caso e degli inquilini in altri ben noti casi!!!;

ISCRITTI ASSISTITI ed INQUILINI: il parco buoi da cui attingere senza limiti, è lì proprio per questo!!!;

LA MORALE DI QUESTA ENNESIMA BRUTTA STORIA: il guadagno di pochi, i soliti noti, è assicurato sempre e comunque a danno dei più deboli e degli indifesi!!!

Il Governo intervenga per fermare le ormai annose speculazioni degli Enti/Casse previdenziali privatizzati riconducendoli sotto il controllo pubblico (grande I.N.P.S. così come già fatto per I.N.P.D.A.P. ed E.N.P.A.L.S.) ed eliminando nel contempo centri di potere e malaffare che hanno sempre minacciato ed intaccato i diritti dei cittadini comuni, iscritti assistiti o inquilini che siano!!!

Coordinamento dei comitati inquilini degli Enti privatizzati e dei Fondi immobiliari, pensione e assicurativi.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni