CAUDO DOPO LA CONFERENZA STAMPA DI ASIA: SANZIONI ALLE IMPRESE DEI P.D.Z.

Roma -

Dopo la Conferenza Stampa del 14 scorso, durante la quale l'ASIA-USB e l'avv. Vincenzo Perticaro hanno presentato i profili della denuncia contro Roma Capitale per danno erariale, l'assessore Caudo annuncia l'applicazione delle sanzioni contro le imprese costruttrici: sta correndo ai ripari o vuole veramente ristabilire la legalità sui Piani di Zona?

LA VERIDICITA' DI QUESTO ATTO LA VERIFICHEREMO QUANDO VERRANNO ANNULLATE LE CONVENZIONI E BLOCCATI GLI SFRATTI!!

 

Omniroma-URBANISTICA, CAMPIDOGLIO:OK GIUNTA DELIBERA SANZIONI PER INADEMPIENZE PIANI ZONA

 

(OMNIROMA) Roma, 23 OTT - "L'assessore alla Trasformazione urbana Giovanni Caudo esprime soddisfazione per l'approvazione, nella giunta odierna, delle delibere sui Print per le attività produttive, di quella sulle sanzioni per le inadempienze degli operatori dei Piani di zona, e la memoria di giunta sulla seconda fase di 'Roma resiliente'. 'Vengono a compimento - scrive in una nota l'assessore Giovanni Caudo - atti importanti su cui abbiamo lavorato nei 28 mesi trascorsi dall'insediamento della giunta Marino. Le tre delibere sui Print riguardano la rigenerazione urbana, negli anni precedenti, l'unico programma integrato e in via di definizione è stato quello di Pietralata. Ora, dopo quello di Tomba di Nerone, avviamo tre nuovi programmi e un quarto, quello della caserma Donato, è quasi in dirittura di arrivo. La quarta delibera riguarda le regole a tutela dei cittadini che vivono nei Piani di zona. Infine, la Memoria di giunta che avvia la seconda fase del progetto sulla resilienza, è un investimento sul futuro della città e della amministrazione capitolina sui temi della sostenibilità e della resilienza'". Così una nota del Campidoglio.

red

 

URBANISTICA,CAMPIDOGLIO:OK GIUNTA DELIBERA SANZIONI INADEMPIENZE

PIANI ZONA -2-

 

(OMNIROMA) Roma, 23 OTT - (SEGUE). "Le tre delibere sui Print attività produttive - prosegue la nota - I Programmi integrati e relativi bandi per le attività produttive riguardano Settebagni, Santa Colomba, Ficarone, tutte località collocate nel terzo Municipio che affacciano sull'area di riserva del parco della Marcigliana. Sono finalizzati alla riqualificazione delle aree di interesse pubblico, prevedono opere infrastrutturali di sistemazione di strade, ponti, attraversamenti pedonali che consentano la permeabilità delle aree fra loro e verso il parco della Marcigliana. Sono, inoltre, previste opere di risanamento ambientale, in particolare saranno sistemati gli argini e il ponte ferroviario del Fosso di Valle Ricca a Santa Colomba e gli argini del Fosso di Settebagni. A Ficarone è previsto un centro polifunzionale con asilo nido. Le tre delibere fanno seguito al bando del 2014 che raccolse le manifestazioni di interesse da parte dei privati, finalizzato a insediare nuove e più qualificate attività produttive al posto delle attività dismesse. I programmi prevedono una quota del 20% di trasformazione a residenziale. Le aree interessate dalle delibere di giunta sono tutte fra quelle in cui si è raccolta una elevata quantità di manifestazioni di interesse, per circa il 70 per cento delle aree proposte, da parte dei privati. Si avvia in questo modo la riqualificazione di pezzi di città pubblica e privata da decenni in abbandono".

"Sanzioni agli operatori inadempienti. La delibera sulle sanzioni agli operatori inadempienti dei Piani di zona consentirà di applicare le sanzioni nel caso che gli operatori non si siano adeguati ai prezzi massimi di cessione, così come indicati dalle tabelle, e di applicare altresì le sanzioni relative ad altre inadempienze - aggiunge - Numerose sentenze hanno, nei mesi scorsi, dato ragione a Roma capitale che ha sostenuto la necessità di sottrarre ai prezzi massimi l'importo dei contributi pubblici erogati a sostegno dei cittadini che hanno i requisiti per accedere all'edilizia agevolata. Le sanzioni sono previste dalle norme primarie e dalle convenzioni ma, mancavano i criteri e le modalità che sono ora stabiliti nella delibera approvata. Per arrivare a questo risultato gli uffici capitolini hanno dovuto, prima, ricostruire la filiera della formazione dei prezzi di cessione e di locazione, imponendo agli operatori il rispetto delle tabelle notificate.

"La memoria sulla resilienza. Avvia la seconda fase del progetto "100 città resilienti" finanziato dalla Fondazione Rockfeller e avviato nel gennaio 2014. Sono cinque le aree tematiche su cui si concentrerà prioritariamente il programma per lo sviluppo delle strategie di resilienza - conclude - Territori e connessioni, risorse e metabolismi urbani, persone e capacità, sistemi e infrastrutture, governance e partecipazione".

red

 

Omniroma-URBANISTICA,CAMPIDOGLIO:OK GIUNTA DELIBERA SANZIONI INADEMPIENZE

PIANI ZONA -2-

 

(OMNIROMA) Roma, 23 OTT - (SEGUE). "Le tre delibere sui Print attività produttive - prosegue la nota - I Programmi integrati e relativi bandi per le attività produttive riguardano Settebagni, Santa Colomba, Ficarone, tutte località collocate nel terzo Municipio che affacciano sull'area di riserva del parco della Marcigliana. Sono finalizzati alla riqualificazione delle aree di interesse pubblico, prevedono opere infrastrutturali di sistemazione di strade, ponti, attraversamenti pedonali che consentano la permeabilità delle aree fra loro e verso il parco della Marcigliana. Sono, inoltre, previste opere di risanamento ambientale, in particolare saranno istemati gli argini e il ponte ferroviario del Fosso di Valle Ricca a Santa Colomba e gli argini del Fosso di Settebagni. A Ficarone è previsto un centro polifunzionale con asilo nido. Le tre delibere fanno seguito al bando del 2014 che raccolse le manifestazioni di interesse da parte dei privati, finalizzato a insediare nuove e più qualificate attività produttive al posto delle attività dismesse. I programmi prevedono una quota del 20% di trasformazione a residenziale. Le aree interessate dalle delibere di giunta

sono tutte fra quelle in cui si è raccolta una elevata quantità di manifestazioni di interesse, per circa il 70 per cento delle aree proposte, da parte dei privati. Si avvia in questo modo la riqualificazione di pezzi di città pubblica e privata da decenni in abbandono".

"Sanzioni agli operatori inadempienti. La delibera sulle sanzioni agli operatori inadempienti dei Piani di zona consentirà di applicare le sanzioni nel caso che gli operatori non si siano adeguati ai prezzi massimi di cessione, così come indicati dalle tabelle, e di applicare altresì le sanzioni relative ad altre inadempienze - aggiunge - Numerose sentenze hanno, nei mesi scorsi, dato ragione a Roma capitale che ha sostenuto la necessità di sottrarre ai prezzi massimi l'importo dei contributi pubblici erogati a sostegno dei cittadini che hanno i requisiti per accedere all'edilizia agevolata. Le sanzioni sono previste dalle norme primarie e dalle convenzioni ma, mancavano i criteri e le modalità che sono ora stabiliti nella delibera approvata. Per arrivare a questo risultato gli uffici capitolini hanno

dovuto, prima, ricostruire la filiera della formazione dei prezzi di cessione e di locazione, imponendo agli operatori il rispetto delle tabelle notificate.

"La memoria sulla resilienza. Avvia la seconda fase del progetto "100 città resilienti" finanziato dalla Fondazione Rockfeller e avviato nel gennaio 2014. Sono cinque le aree tematiche su cui si concentrerà prioritariamente il programma per lo sviluppo delle strategie di resilienza - conclude - Territori e connessioni, risorse e metabolismi urbani, persone e capacità, sistemi e infrastrutture, governance e partecipazione".

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni