CIAO BUD

Roma -

 

Abbiamo conosciuto Maurizio Conte, da tutti conosciuto come Bud, negli anni 70, nelle lotte dei metalmeccanici romani, lui operaio alla Contraves, noi in Autovox e Voxson, in quella straordinaria stagione di conflitti che si concluse a metà degli anni ottanta, con la prima vera ristrutturazione capitalistica che di fatto produsse la chiusura della stragrande maggioranza delle fabbriche romane, l’espulsione di migliaia e migliaia di lavoratori, modificando il tessuto sociale cittadino, con il via libera alla speculazione immobiliare.

 

Bud fu un protagonista di quella stagione esaltante, che vide la  nascita del Comitati Operai, prodromi del sindacalismo di base.

 

Lo abbiamo ritrovato poi nell’impegno costante con i compagni del Centro di Cultura Popolare del Tufello a fianco di chi nei nostri quartieri continua ad opporsi al degrado sociale, politico e culturale che ha pervaso questa nostra città, di chi lotta per la casa, per il lavoro, per un sapere libero.

Coerente con il suo trentennale impegno al CCP del Tufello ha dato vita, proprio negli ultimi anni, anche allo sportello Casa insieme ai compagni dell'AS.I.A. - RdB.

 

Ai familiari di Maurizio, ai compagni del Centro di Cultura Popolare del Tufello esprimiamo tutto il nostro dolore consapevoli che il modo migliore per ricordarlo è continuare a lottare in nome dei principi e delle idee che con coerenza Bud non ha mai abbandonato.

Le compagne  e i compagni dell'AS.I.A. e della Federazione Romana RdB 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati