CNPR: ALLOGGI A PESO D'ORO. PARTE LA DISMISSIONE A ROMA.

Roma -

Il 22 novembre 2012 gli inquilini di due immobili della Cassa Ragionieri di via della Grande Muraglia a Roma hanno ricevuto delle proposte di vendita degli immobili che abitano da anni, alcuni di loro da quasi un ventennio pagando un canone di locazione che è lievitato negli anni e che adesso oscilla tra i € 1.000 ed i €2.000,00 euro al mese.

Il mittente delle lettere è il Fondo Scoiattolo, fondo costituito e gestito dalla BNP Paribas REIM Italy S.G.R.p.A. al quale l’ente previdenziale ha apportato gran parte del proprio patrimonio immobiliare affinché procedesse alla sua dismissione.

Nelle lettere gli appartamenti sono offerti in vendita a prezzi altissimi. Ad esempio per un appartamento di 120 mq si richiedono € 650.000,00 prezzo scontato del 20% rispetto al valore che secondo la BNP Paribas SGR è di € 815.000,00, quando in base a quanto previsto da una perizia giurata quello stesso appartamento ha un valore di € 249.000,00, quindi stiamo parlando di € 600.000,00 di differenza.

Si richiede un prezzo poi che in ogni caso è fuori da qualsiasi logica di mercato in una zona dove l’Agenzia del Territorio con riferimento al primo semestre 2012 (e consideriamo poi nel secondo semestre 2012 c’è stato un’ulteriore riduzione dei prezzi degli immobili) individua un prezzo di vendita al metro quadro ricompreso tra € 3.700,00 ed €  4.900,00 e dove il prezzo più alto si riferisce ad immobili nuovi o in perfetto stato conservativo, non applicabile quindi agli immobili di via della Grande Muraglia che, costruiti 20 anni fa con materiali scadenti non hanno mai ricevuto manutenzione adeguata.

Tant’è che sabato 2 febbraio abbiamo assistito al crollo di parte della cortina della facciata del nostro stabile e siamo stati costretti a chiedere l’intervento dei vigili del fuoco che hanno rilevato altri problemi gravissimi come dei muri nel garage che oscillano perché crepati profondamente e non costruiti in maniera adeguata.

Purtroppo questa realtà non riguarda solo via della Grande Muraglia, ma inquilini anche di altri stabili hanno ricevuto le proposte negli stessi giorni, si tratta di via Pagoda Bianca, via Fiume Giallo e via di Tor Fiorenza, quindi stiamo parlando di 200 famiglie solo nella zona del Torrino a Roma che non potendo acquistare le case che abitano da anni al prezzo richiesto dovranno lasciare le loro abitazioni allo scadere del contratto di locazione, a tanti è già scaduto o è in scadenza e vedere le loro case vendute a terzi magari a prezzi più favorevoli.

Il Comitato degli inquilini del Torrino della CNPR.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni