CRISI: MUTUI; IDENTIKIT FAMIGLIA IN CRISI.

Roma -

 DIFFICOLTA' A PAGARE PER GENITORI SINGLE E LAVORI PRECARI

 (ANSA) - ROMA, 8 DIC - I genitori-single con figli, i precari con un contratto temporaneo, i senza-lavoro e le persone a basso reddito. La mappa delle difficoltà delle famiglie alla presa con le rate del mutuo è tracciata da una tabellina contenuta nello studio pubblicato dai ricercatori Silvia Magri e Raffaella Pico della Banca d'Italia. L'Italia, con un 4,9% di famiglie che non riesce a pagare le rate, è già ai massimi - insieme con la Spagna - tra i sette paesi europei esaminati dall'indagine. Ma la percentuale schizza molto più in alto quando la vista mostra le prime difficoltà. Così un disoccupato su cinque di quelli che hanno contratto un mutuo non riesce ad onorare il proprio debito (il 19%): basta guardare oltralpe per scoprire che il tasso di insolvenza per i disoccupati francesi si attesta invece al 5,4%, segno evidente di politiche di sostegno. Ma non è necessario perdere il lavoro per trovarsi in difficoltà. Tra gli italiani che hanno un contratto Part-Time la percentuale di non pagatori è all'8,5% e si ferma al 7,9% per chi ha un contratto di tipo temporaneo. Ma, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non sono i giovani a trovarsi in difficoltà, bensì le famiglie con un capofamiglia tra i 45 e i 54 anni: 6,1% è la percentuale di insolvenza, contro il 2,8% degli under-35. Tengono invece i pensionati con 3,7 casi su 100 di persone che non riescono a pagare la rata. Anche la tipologia di famiglia influisce: un genitore-single su 10 di quelli che hanno i mutui entra nella trappola del default, mentre la percentuale scende al 6,3% se ci sono entrambi i genitori. Inutile dire che se il reddito è basso, poi, il rischio di non riuscire a pagare è ancora più alto: il 14,5% di coloro che appartengono ai cittadini a basso reddito si trovano poi nell'impossibilità di versare la rata del mutuo. Ecco, in una tabella, le percentuali di mancato pagamento dei mutui in Italia nelle diverse categorie di mutuatari, calcolati dalla Banca d'Italia su una statistica Eu-Silc aggirnata al 2009 su redditi 2007.

CARATTERISTICHE  %  INSOLVENTI

Età
 -          meno di 35 anni 2,8%
 
-          tra 45 e 54 anni 6,1%
 
-          oltre 65 anni 3,7%

tipologia famiglia 
 -          un adulto senza figli 2,8%
 
-          due adulti senza figli 3,1%
 
-          single con figli 10,1%
 
-          coppia con figli 6,3%

status lavorativo
 
-          full time 4,5%
 
-          part time 8,5%
 
-          disoccupato 19,0%
 
-          pensionati 3,5% 

tipologia contratto
 
-     a tempo indeterminato 4,4%
 
-     a tempo determinato 7,9%

TOTALE MUTUATARI 4,9%

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni