Emergenza abitativa a Benevento, i 'senza casa' tornano a manifestare: "L'ex sede delle Orsoline è l'unica soluzione"

Benevento -

Un'iniziativa itinerante per tenere alta l'attenzione sull'emergenza casa a Benevento. A 48 ore dallo sgombero dell'ex istituto delle Orsoline, il Movimento di Lotta per la Casa è tornato a manifestare per difendere il diritto di 18 nuclei familiari che sono ancora senza abitazione.

La protesta pacifica dei “senza casa” ha raggiunto prima la sede del Pd del capoluogo, dove gli attivisti hanno esposto uno striscione contro la politica del “fare” Governo Renzi. “Un chiaro riferimento - secondo i membri del Movimento - al silenzio della classe dirigente locale rispetto alla questione”.

Seconda e terza tappa dell'iniziativa sono state la sede della Caritas diocesana e l'edificio di via Bosco Lucarelli, occupato appena due giorni fa dai manifestanti. Successivamente il corteo si è spostato a Palazzo Mosti, per concludersi alla Prefettura.

“Il nostro obiettivo – ha commentato Alessandro Tucci, portavoce del Movimento – è quello di rilanciare la nostra vertenza e sensibilizzare l'opinione pubblica, perché a questo punto crediamo che non ci sia, da parte degli enti, la reale volontà di risolvere la vicenda”.

Intanto i rapporti con le istituzioni si fanno sempre più tesi. Al centro degli attacchi, soprattutto, la Caritas, accusata di aver agito in maniera ambigua in nome di un interesse esclusivamente economico.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni