GRAZIE AL PICCHETTO RINVIATO LO SFRATTO DI MARCELLO A ROMA. OCCORRE UNA MORATORIA SUBITO!

Roma -

In molti hanno partecipato al picchetto per bloccare lo sfratto di Marcello, ex lavoratore FFSS ora disabile al 75%, che nei giorni scorsi aveva tentato il suicidio.

L'ASIA-USB aveva scritto lunedì scorso al Prefetto e al Presidente Zingaretti perché non fosse concessa almeno la forza pubblica.

Questa mattina si sono presentati Ufficiale Giudiziario, avvocati e rappresentanti di Fondo Scoiattolo (Cassa Ragionieri), veterinario, fabbro, ma ad attenderli molte persone e molti giovani che li hanno accolti con slogan e tanta arrabbiatura per l'ennesimo episodio che vede il sig. Marcello vittima di un grave sopruso.

Infatti il Fondo Scoiattolo ha ritirato fuori dopo diciannove anni uno sfratto per morosità già da tempo sanata.

La storia personale di Marcello è uguale a quella di moltissimi lavoratori italiani e non che nel momento che 'cadono in disgrazia', sia per una grave malattia o a causa della crisi, diventano facili vittime di chi specula.

Gli enti previdenziali come la Cassa Ragionieri, con il conferimento ai Fondi del patrimonio immobiliare, o l'Enpaia, con le richieste di aumento degli affitti - anche superiore all'80% - concordato con i sindacati concertativi, stanno dando un contributo determinante all'inasprimento del dramma sociale nel nostro paese.

La stessa Enpaia ha fissato per un solo giorno - il 31 maggio - 8 sfratti per finita locazione in via Righelli 53 e altre decine per i prossimi quaranta giorni.

Lo sfratto di questa mattina è stato rinviato al prossimo 4 luglio, crediamo sia giunto il momento di fermare questo stillicidio con una moratoria generalizzata di tutti gli sfratti, degli aumenti degli affitti, dei mutui impossibili e delle dismissioni speculative.

Roma 22 maggio 2013

ASIA-USB

 


ROMA: NIERI (SEL), PERSONA DISABILE A RISCHIO SFRATTO TENTA SUICIDIO. OCCORRE MORATORIA

(AGENPARL) - Roma, 22 mag - "Oggi abbiamo partecipato in tanti al picchetto anti-sfratto in via Colleverde per impedire l’ennesima ingiustizia. Si è tentato di sfrattare, per morosità, una persona disabile che risiede in uno degli immobili degli ex Enti pubblici, in questo caso ex Cassa Ragioniera, poi privatizzati e confluiti nei fondi privati. La disperazione di questa persona, che non può permettersi un affitto da 800 euro, l’ha portata a tentare il suicidio. Una storia di sofferenza e, appunto, di profonda ingiustizia. Per fortuna, grazie alla lotta dei movimenti, lo sfratto è stato rimandato. Ma su questo episodio ho contattato la Prefettura per evitare lo sfratto. Resta comunque il fatto che la privatizzazione di questi immobili, bocciata anche dal Consiglio di Stato, ha prodotto un vertiginoso aumento degli affitti e la vendita di immobili in cui risiedono persone bisognose. Ogni giorno sono tanti i casi simili a questo. Un’emergenza continua che sta lasciando tantissime famiglie senza casa. Il Campidoglio continua ad essere assente, come pure il Governo nazionale. Di fronte a questa crisi economica e sociale vi è l’assoluta necessità di una moratoria degli sfratti e degli aumenti degli affitti. Non c’è più tempo da perdere”. E' quanto dichiara Luigi Nieri, capolista di Sinistra Ecologia Libertà alle comunali di Roma.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati