I Movimenti per il Diritto all'Abitare occupano l'Assessorato alla Casa a Roma.

 

Roma -

Da questa mattina i  Movimenti sono di nuovo in mobilitazione, è iniziata la manifestazione e l'occupazione dell'Assessorato alla Casa del Comune di Roma in Via della Moletta a Garbatella.

L'iniziativa è stata messa in atto per denunciare la grande presa in giro, a soli fini elettorali, dell'uscita del nuovo bando per le case popolari lanciato dal Comune a fronte di zero case disponibili.

La casa di nuovo argomento per fare solo promesse in campagna elettorale.


Casa, movimenti di nuovo in piazza
Occupato l'assessorato a Garbatella

Protesta per denunciare il nuovo bando per le case popolari e chiedere la costruzione di appartamenti da destinare all'emergenza abitativa previsti da un accordo tra Comune e Cam a Casal Bertone

I movimenti per il diritto all'abitare tornano a farsi sentire e stamattina hanno manifestato e occupato l'assessorato alla Casa del Comune di Roma in via della Moletta a Garbatella. Una protesta nata, spiegano dal presidio, "per sottolineare la presa in giro elettorale del nuovo bando per le case popolari lanciato dal Comune a fronte di zero case disponibili: nessuna casa neanche in progetto e decine di migliaia di domande già in lista di attesa da anni oltre ad una situazione di emergenza abitativa tra residence e occupazioni abitative che coinvolge almeno altri 5000 nuclei familiari". Ma non è tutto, perché secondo i manifestanti "35 famiglie sono in emergenza da più di dieci anni, per loro sono stati firmati dal Comune tutti i protocolli e le delibere per l'assegnazione di un domicilio, ma l'assessorato è latitante da mesi".

La vicenda riguarda la costruzione di alcuni palazzi da parte della Cam srl a Casal Bertone che prevedeva, negli accordi fatti con il Comune, che il costruttore restituisse alla comunità in cambio del permesso a costruire, anche venti appartamenti da dedicare all'emergenza abitativa. Dopo diverse pressioni, i margini per la trattativa esistono ma, per i movimenti, è l'assessorato di Roma capirale a sottrarsi agli impegni.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/02/06/news/casa_movimenti_di_nuovo_in_piazza_occupato_l_assessorato_a_garbatella-52056581/


La protesta

Casa, Movimenti per l'abitare
occupano assessorato a Garbatella

Manifestano contro "la presa in giro elettorale del 'nuovo bando per le case popolari' lanciato dal Comune a fronte di zero case disponibili, nessuna casa neanche in progetto e decine di migliaia di domande già in lista di attesa da anni"

IL NUOVO BANDO 50mila famiglie in attesa da 3 anni
IL CORTEO "Roma non è in vendita"

Nuova mobilitazione dei "Movimenti per il Diritto all'Abitare" che stamattina hanno occupato l'Assessorato alla Casa del Comune di Roma in Via della Moletta a Garbatella. Al centro della protesta "la presa in giro elettorale del 'nuovo bando per le case popolari' lanciato dal Comune a fronte di zero case disponibili, nessuna casa neanche in progetto e decine di migliaia di domande già in lista di attesa da anni oltre ad una situazione di emergenza abitativa tra residence e occupazioni abitative che coinvolge almeno altri 5000 nuclei familiari", spiegano i manifestanti.

LE RICHIESTE - Ma non solo. C'è un'altra vicenda che i movimenti denunciano, quella di 35 famiglie che sono in emergenza da più di dieci anni per le quali sono stati firmati dal Comune tutti i protocolli e le delibere per assegnare casa, ma che da mesi non vedono risolta la loro situazione di assegnatari senza casa. "l'Assessorato è latitante", denunciano. La vicenda riguarda la costruzione del blocco di palazzi di Cam srl a Casal Bertone che prevedeva negli accordi fatti con il Comune che il costruttore dovesse restituire alla comunità in cambio del permesso a costruire, tra le varie opere urbanistiche, anche venti appartamenti da dedicare all'emergenza abitativa.

http://www.paesesera.it/Cronaca/Casa-Movimenti-per-l-abitare-occupano-assessorato-a-Garbatella

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni