INQUILINI A CASA NOSTRA: VIA PINCHERLE IN SCIOPERO DELLA FAME

GIOVEDI' 5 FEBBRAIO ORE 13 CONFERENZA STAMPA VIA PINCHERLE 153/169

Roma -

Si riaccende la protesta degli inquilini di via Pincherle 153/169 per sollecitare Area Mestre -  proprietaria dei 116 appartamenti messi in vendita da Fata assicurazioni del gruppo Generali – a rispondere positivamente all’offerta di acquisto per l’intero blocco fatta da ATER lo scorso 29 gennaio.

 

Dopo l’impegno assunto al tavolo interistituzionale da parte di Fata sull’interruzione delle vendite a terzi -  disatteso poi il mese scorso con la cessione di 5 appartamenti-  e la pretesa della proprietà di realizzare una plusvalenza eccessiva, si attende adesso l’esito della trattativa.

 

Nel frattempo gli abitanti  degli appartamenti hanno allestito dal 2 febbraio un gazebo permanente sotto le palazzine - davanti l’ufficio vendita utilizzato prima da Fata ora da Gabetti per conto di Area Mestre - e hanno avviato una raccolta di firme a sostegno del diritto a rimanere nelle case dove vivono in media da 40 anni, registrando in soli due giorni la solidarietà di oltre 400 persone.

 

 

Domani, 5 febbraio, gli inquilini inizieranno lo sciopero della fame fino a quando la trattativa tra ATER e Area Mestre non si sarà conclusa definitivamente e non avranno ricevuto rassicurazioni sul loro futuro. Non si può speculare sul diritto alla casa, siamo pronti alla resistenza.

 

Per sottoscrivere l'appello a sostegno degli inquilini di via Pincherle ci si può recare al gazebo o scrivere a: info@asia.rdbcub.it

 

 

Comitato Inquilini via Pincherle 153/169

AS.I.A. RdB

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni