L'ARROGANZA DELLA RENDITA

Bologna -

 

Si è concluso con l'esecuzione lo sfratto di via Cesarini. Il proprietario non ha accettato nessuna mediazione e diligentemente la polizia intervenuta in forze ha difeso gli interessi della proprietà, ossia della rendita e di chi specula su un bisogno primario come la casa.

Tutto questo nell'assordante silenzio della politica di palazzo, interessata più alle poltrone e alle veline, che agli interessi popolari. L’attuale giunta ha abdicato dall’amministrazione di questa città e i temi del diritto alla casa e del diritto al lavoro sono totalmente assenti dai programmi dei principali candidati delle prossime amministrative.


L'emergenza sociale viene trattata come un problema di ordine pubblico: una madre incinta di 5 mesi con un figlio di 3 anni viene trattata come una criminale, la sua colpa è non avere un reddito sufficiente mentre il vero reato è lo sfratto esecutivo.


AS.I.A.-RdB ringrazia tutte le famiglie, i cittadini e gli attivisti sociali, che hanno portato la loro solidarietà partecipando al picchetto antisfratto e al corteo che ha seguito.


AS.I.A.-RdB rilancia i picchetti antisfratto e con tutte le realtà che si battono per il diritto alla casa promuoverà l'auto-assegnazione di alloggi per gli inquilini.

Per AS.I.A.-RdB Bologna
Lidia Triossi

Via Monterumici 36/10 Bologna
Tel 051-389524 -Cell 3407106022
<link>info@bologna.asia.rdbcub.it

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati