L'AS.I.A.-USB È IL PRIMO SINDACATO TRA GLI INQUILINI DELLE CASE DELL'ATER DI ROMA.

Roma -

QUESTO IMPORTANTE RISULTATO RAFFORZA LA LOTTA PER IL DIRITTO ALLA CASA , CONTRO LA VENDITA DEL PATRIMONIO PUBBLICO E LA RENDITA.

L’AS.I.A.-USB è il primo sindacato tra gli inquilini delle case dell’ATER di Roma con 2478 iscritti, lo certifica l’Azienda stessa nel nominare i membri del Comitato delle Organizzazioni rappresentative.

Questo è un fatto importante che fa chiarezza sulla reale rappresentatività delle organizzazioni sindacali dell’inquilinato. E’ una notizia incoraggiante che premia la ragione di chi vuole mettere al centro della propria azione sindacale esclusivamente gli interessi dell’inquilinato e dei settori sociali colpiti dalla crisi e dalla politica delle privatizzazioni imposte dal regime delle banche. Questo fatto diventa più eloquente se si aggiungono i dati sull’inquilinato delle case comunali del Comune di Roma - dove la presenza è di gran lunga più capillare e il numero degli iscritti almeno doppio rispetto a quello certificato dall’Ater. Aumenta poi in modo esponenziale se si considera la nostra presenza tra gli linquilinato privato e  quello della Regione, degli Enti previdenziali pubblici e privatizzati, dei Fondi immobiliari e assicurativi, ecc.

L’AS.I.A.-USB è la dimostrazione che è possibile oggi ricostruire, nelle contraddizioni che vivono le metropoli, nuove forme di organizzazione sindacale per la difesa dei diritti, quello alla casa come bene comune e della qualità della vita per i lavoratori, i pensionati, i precari, i disoccupati e i migranti, attaccati dalla tracotanza della rendita immobiliare e dai ricatti delle banche.

Soprattutto, in questo momento dove la vendita del patrimonio pubblico e dei beni comuni sembra essere l'unica cosa che interessa le forze politiche sia al governo che all'opposizione a Roma come nel Lazio, la funzione che l'AS.I.A. svolge sta diventando punto di riferimento per chi è stanco di nuovo cemento privato inutile ma di contro sostiene con forza l'uso di ciò che è costruito ed è contrario a fare cassa con gli immobili e le aree pubbliche.

Nel ringraziare gli inquilini e gli abitanti resistenti che con la loro adesione hanno rafforzato le nostre lotte, il coordinamento dell’AS.I.A.-USB di Roma ravvisa nello straordinario risultato raggiunto un evidente apprezzamento per la credibilità di tutti gli attivisti dell’Associazione, dei Comitati degli inquilini resistenti e delle strutture territoriali che con la loro presenza costante hanno dimostrato la loro vicinanza ai problemi degli inquilini.

Roma 8 settembre 2012

AS.I.A.-USB di Roma

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni