L'INPS VUOLE FARE CASSA CON GLI INQUILINI: RICHIEDE INGENTI SOMME DI ARRETRATI

Roma -

 

L'INPS (ex INPDAP e INPDAI) e la Romeo Gestioni continuano ad inviare lettere per richiedere ingenti somme di arretrati, mai rivendicate negli anni, senza comunque tenere conto delle sopraggiunta prescrizione intervenuta a causa del mancato invio delle lettere interruttive.
E' nostra intenzione cercare di far valere tale diritto alla prescrizione, nell'interesse di tutti coloro che di fatto non potranno acquistare la casa a causa delle enormi somme richieste. La presunta morosità, infatti, dovrà essere sanata prima del rogito notarile.
A ciò deve aggiungersi che gli ex sine titulo saranno ulteriormente penalizzati dall’applicazione, per gli ultimi cinque anni, del canone ai valori OMI, ossia di mercato.
Per questo motivo, l’avv. Marina Rossi ha iniziato ad inviare le istanze di accesso agli atti per coloro che hanno conferito il mandato e sono intenzionati a far valere i loro diritti.
Chi ha questo interesse può unirsi agli altri inquilini e presentare con il nostro legale l'atto di accesso agli atti per la verifica della propria posizione.
Sarà possibile avviare la procedura di contestazione recandosi nella sede dell’ASIA-USB in Via dell’Aeroporto 129 il giovedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 18,00.
Sarà presente in sede l’avvocato che fornirà tutte le informazioni legali.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni