Manifestazione sotto la Banca d'Italia in difesa della casa

Alessandria -

Non si fermano le mobilitazioni della Rete Sociale per la Casa che anche nella giornata del 1 maggio ha deciso di far sentire la propria voce. Un gruppo di manifestanti si è riunito sotto la ex Banca d'Italia in piazza della Libertà a sostegno di 2 famiglie sfrattate. In serata, dietro l'impegno della Prefettura a bloccare gli sfatti, il presidio si è sciolto. La cronaca della giornata

ALESSANDRIA 21:30 Impegno della Prefettura a bloccare gli sfratti, i manifestanti sgomberano
La Prefettura di Alessandria non è rimasta sorda all'appello dei manifestanti che, nella giornata del 1° maggio, hanno presidiato l'ingresso della banca d'Italia in piazza della Libertà. Nel tardo pomeriggio, il sindaco Rita Rossa, secondo quanto riportava il Movimento per la Casa, organizzatore della protesta, aveva chiesto al Questore di non eseguire lo sgombero dei manifestanti. Solo dietro l'impegno della Prefettura a bloccare lo sfratto per due famiglie, il presidio si è sciolto autonomamente.



17:20 Il sindaco Rossa fa richieste al Questore
Il sindaco, secondo quanto comunicato dai manifestante attraverso una "diretta" sui social network, sembra avere chiesto al Questore di non far eseguire lo sgombero della ex Banca d'Italia. I manifestanti si preparano a trascorrere lì la notte, vicino a Provincia e Prefettura. 


Il Movimento per la casa di Alessandria è mobilitato da ieri....e non si ferma. Se nella giornata di mercoledì 30 aprile (come si legge dalla loro pagina web) il Movimento a difesa della casa era in presidio in via Savonarola, per fermare lo sfratto esecutivo della famiglia di Claudia, oggi, 1 maggio la manifestazione si è spostata in piazza della Libertà sotto l'ex Banca d'Italia. "Qui hanno trovato casa 20 famiglie sfrattate" si legge sulla <link https: www.facebook.com alessandria.inmovimento _blank>pagina FB di Alessandria In Movimento (da cui abbiamo preso alcune immagini).
Musica e striscioni per il "popolo" a difesa degli sfratti - sempre crescenti nella provincia alessandrina - in presidio davanti al portone dell'ormai chiuso Banca d'Italia. Sul posto sono arrivate le forze dell'Ordine, Carabinieri e Polizia di Stato, che stanno cercando di raggiungere una trattativa con i manifestanti. Era presente anche l'assessore comunale per la casa, Mauro Cattaneo con il quale "si è iniziato a discutere". E in un secondo momento (intorno alle 17) è arrivato anche il sindaco, Maria Rita Rossa.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati