Marcia di Napoli contro i processi di turistificazione e per il diritto all'abitare, contributo alla manifestazione di Berlino di oggi!

Roma -

Dalla marcia di Napoli contro i processi di turistificazione e per il diritto all'abitare un messaggio di vicinanza alle mobilitazioni tedesche ed europee.


"Zusammen gegen #Mietenwahnsinn
Wohnen ist Menschenrecht – kein Boden der Spekulation

In occasione della manifestazione promossa questo sabato 6 aprile a Berlino “Zusammen gegen #Mietenwahnsinn” vi mandiamo un contributo scritto dato che purtroppo non ci è possibile partecipare fisicamente.

AS.I.A – USB per il diritto alla casa!

Le città in cui viviamo sono sempre più quadro e componente centrale delle dinamiche di sfruttamento che investono le classi popolari sotto forma di grandi speculazioni, privatizzazione del patrimonio pubblico e gentrificazione.
Le amministrazioni comunali e regionali in perfetto accordo con il governo attuale e quelli precedenti hanno da molti anni dichiarato guerra ai più deboli, i problemi sociali, in particolar modo l'emergenza abitativa, sono più attuali che mai!
Il diritto alla casa viene sistematicamente negato e la politica sulla casa è stata completamente cancellata in tutto il paese in favore della rendita privata e della speculazione immobiliare; il patrimonio pubblico indebolito, lasciato in rovina o usato strumentalmente per azioni di repressione, ricatto e controllo sociale. Sono stati realizzati moltissimi alloggi privati, permettendo ai costruttori di arricchirsi edificando interi quartieri senza tenere minimamente conto delle reali esigenze delle città e dei loro abitanti, ovvero case pubbliche.
Questi fenomeni, insieme alla crisi economica, ormai sistemica, che vive l'Italia e la feroce privatizzazione del welfare pubblico (sanità, scuola, edilizia pubblica, per citarne alcuni) ha prodotto smantellamento del welfare, carenza di servizi accessibili, svendita del patrimonio abitativo pubblico, moltissimi disoccupati e lavoratori precari, lasciando tantissime famiglie in balia del libero mercato.
In questo clima in cui le disuguaglianze sociali, le difficoltà economiche e la povertà sono in costante aumento sempre più nuclei familiari sono in difficoltà a pagare l'affitto o il costo della casa: secondo i dati Istat sono più di 3milioni. a questa cifra si aggiungono tutti coloro che rischiano l'esecuzione dello sfratto, gli sfratti eseguiti e tutte le persone che vivono, spesso da molti anni, in strutture di soluzioni emergenziali o temporanee.
Negli ultimi anni abbiamo assistito a una sempre più massiccia vendita e svendita delle case popolari, innalzamenti degli affitti e moltissimi sfratti sia in case private che pubbliche. Purtroppo troppo spesso le risposte a questi problemi sono sfratti e sgomberi, senza mai fornire soluzioni alternative dignitose; anzi sempre più spesso l'unica soluzione messa in campo è quella della colpevolizzazione dei poveri e la loro espulsione in zone periferiche delle città.

E' assolutamente necessario un cambiamento di rotta, pretendere un ruolo diverso dello Stato e delle amministrazioni per una maggiore tutela dei cittadini e un diritto alla casa reale!
Abbiamo bisogno di politiche attive che si facciano veramente carico dell'emergenza abitativa e delle difficoltà della popolazione, contrastando gli enormi interessi privati e le speculazioni edilizie dei grandi palazzinari e invece rafforzando il ruolo del welfare pubblico!

AS.I.A – USB ha elaborato negli anni un piano di intervento che prevede, inanzi tutto l'assegnazione immediata di tutte le case popolari vuote a coloro che ne hanno bisogno, se è necessario utilizzando anche lo sfitto privato. La realizzazione di un milione di alloggi pubblici in 10 anni utilizzando il 2% delle entrate nazionali e la riqualificazione delle aree urbane sfitte creando posti di lavoro pubblici. Immediato blocco della privatizzazione e della vendita del patrimonio abitativo pubblico e l'abolizione di tutte le riforme e decreti di legge peggiorativi riguardanti il diritto alla casa (esempio il piano casa Renzi – Lupi). Un altro punto fondamentale per contrastare la speculazione e il potere dei privati è quello di stabilire per legge l'obbligo di affitti equamente commisurati al reddito e al costo della vita.
Il primo passo deve essere il blocco di tutti gli sfratti, sgomberi e pignoramenti!

Asia – USB insieme agli inquilini si organizza e lotta per difendere il diritto all'abitare, siamo solidali con la vostra mobilitazione e il percorso referendario verso l'esproprio pubblico dello sfitto privato!"

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni