Milano: contestato il Ministro Lupi a San Siro

Milano -

CONTESTATO LUPI A SAN SIRO: IL PADRE DEL PIANO CASA DEL GOVERNO RENZI
NON PUO' FARE LA SUA PASSERELLA NEI QUARTIERI POPOLARI DI MILANO

>> Leggi il volantino su Lupi & Piano Casa

Maurizio Lupi oggi avrebbe voluto stringere qualche mano e fare bei sorrisi nel quartiere popolare di San Siro questa mattina, per raccogliere qualche voto che gli è necessario per garantirsi la poltrona che lo mantiene dal 1993.

Ma in Piazza Selinunte questa mattina ad aspettarlo c'erano diverse decine di famiglie e di abitanti del quartiere: non è accettabile che il ministro responsabile delle politiche abitative, accompagnato dall'ex sindaco Albertini (con grosse responsabilità rispetto allo sviluppo della città negli ultimi venti anni), venga a pontificare in un quartiere che soffre proprio dell'incuria, dell'abbandono e della svendita del patrimonio pubblico che viene incentivato dal piano casa targato Lupi-Renzi.

Il quartiere di San Siro non poteva lasciarlo passare indisturbato: le soluzioni reali all'emergenza abitativa e al degrado ci sono e noi le pratichiamo quotidianamente dal basso.

Il nostro piano casa:

- ASSEGNARE TUTTE LE CASE POPOLARI SFITTE E LASTRATE

- PROMUOVERE L'AUTORECUPERO DEL PATRIMONIO PUBBLICO VUOTO O SOTTOUTILIZZATO

- FERMARE LA DISMISSIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA PUBBLICA

- BLOCCARE GLI SFRATTI E CONSEGNARE #CHIAVIINMANO LE CASE ASSEGNATE IN EMERGENZA

- BLOCCARE GLI SGOMBERI E AVVIARE LA COMMISSIONE DI VALUTAZIONE DEI CASI DI OCCUPAZIONE PER NECESSITA'

C'è chi invece, come Lupi o la Lega Nord, preferisce soffiare sul fuoco della povertà e delle difficoltà della crisi per alimentare paure e guerra tra poveri: in realtà delle condizioni dei quartieri popolari e della vita quotidiana degli abitanti non gli è mai importato nulla, pensano solo a racimolare i voti necessari per continuare a sedere nei palazzi del potere da dove poter gestire appalti e finanziamenti.

Abbiamo provocatoriamente provato a rivolgere queste domande al Ministro:

1) Perchè il PIANO CASA continua il processo di svendita del patrimonio ERP quando ci sono oltre 650 mila persone in graduatoria in tutta Italia???
[e chissà quante altre che hanno fatto domanda, anche a fronte delle centinaia di migliaia di sfratti richiesti negli ultimi anni... nel 2013 si contano 140 mila richieste!!]

2) Perchè il PIANO CASA continua a finanziare le nuove costruzioni nonostante le centinaia di metri cubi di sfitto???
[si calcola che nel 2018 nella sola Regione Lombardia ci saranno 400 mila alloggi nuovi invenduti!!]

3) Perchè il PIANO CASA destina nuovi fondi per opere connesse ad Expo2015, quando con gli innumerevoli arresti per turbativa d'asta, associazione a delinquere, corruzione, e 2.4 miliardi di euro di tangenti, è chiaro anche ad un bambino che questi appalti sono stati solo un'occasione d'oro per mafie e speculazioni???
[ricordiamo inoltre che Lupi è stato per quasi 20 anni l'amministratore delegato di Fiera Milano Congressi!!]

Maurizio Lupi a San Siro | Manifestazione Centro Sociale Cantiere


Da Milano Today
www.milanotoday.it/politica/lupi-san-siro-manifestazione-cantiere.html
Redazione 18 ottobre 2014 


Maurizio Lupi a San Siro | Manifestazione Centro Sociale Cantiere
Il ministro Lupi a San Siro: sfiorato lo scontro fisico


Presidio e banchetto del Comitato Zona 7 nel quartiere di case popolari per chiedere legalità: arrivano i centri socialiMaurizio Lupi a San Siro | Manifestazione Centro Sociale Cantiere „

Doveva essere una mattinata tranquilla, in piazzale Selinunte, cuore del quartiere popolare di San Siro: previsto un banchetto organizzato dall'associazione Comitato Zona 7 presieduta dal consigliere di zona Raoul Bonomi, con il ministro dei trasporti Maurizio Lupi (nato e cresciuto a Baggio, a pochissimi chilometri di distanza), per contrastare il degrado del quartiere e l'imperante abusivismo.

Ha rischiato, invece, di trasformarsi in scontro: alcuni militanti del centro sociale Cantiere si sono presentati nei pressi del mercato comunale all'angolo con viale Aretusa e hanno iniziato a parlare al megafono per contrastare l'iniziativa. L'intervento della polizia ha evitato peggiori conseguenze.

Lupi, titolare di infrastrutture e trasporti, è colui che ha "firmato" il Piano Casa del governo Renzi che, secondo il Cantiere, "non risolve l'emergenza abitativa e cancella i diritti alla residenza per chi occupa per necessità". Piano Casa contestato anche perché favorisce nuove costruzioni immobiliari anziché il recupero di quelle esistenti.

"Noi proponiamo un patto per la legalità, senza scadere nel populismo della Lega Nord", ha replicato Nicolò Mardegan, coordinatore cittadino di Ncd. E Maurizio Lupi ha promesso che porterà la questione delle case popolari a Roma, perché venga affrontata a livello nazionale.

Al presidio, tra gli altri, anche l'ex sindaco di Milano - e ora senatore - Gabriele Albertini. E naturalmente anche l'associazione di Bonomi, organizzatrice del banchetto di raccolta firme per la riattivazione del patto di sicurezza e riqualificazione nei quartieri popolari. "Coloro che hanno invaso il gazebo - ha commentato poi Bonomi - hanno impedito la libera riunione di cittadini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni