MOLTI INQUILINI E COMITATI PRESENTI ALL'UDIENZA DEL TAR DEL LAZIO DOVE SI E' DISCUSSO IL RICORSO CONTRO L'ENASARCO.

A BREVE LA DECISIONE SULLA SOSPENSIVA, MENTRE NEL MERITO DEL RICORSO PRESENTATO AD AGOSTO 2011 E' GIA' FISSATA UN'UDIENZA IL 5 APRILE 2012.

Roma -

COMUNICATO STAMPA

Gli inquilini Enasarco di nuovo dinanzi al TAR del Lazio. Oggi 12 gennaio 2012 si è discusso, in Camera di Consiglio, il giudizio cautelare instaurato da venticinque inquilini di via Costantini, difesi dall'Avv. Vincenzo Perticaro, contro l'Ente Enasarco, al fine di ottenere la sospensione delle impugnate note aventi ad oggetto l'esercizio del diritto di prelazione, in occasione della dismissione del patrimonio immobiliare dalla Fondazione.
Il TAR sentite le parti si è riservato ogni provvedimento in merito alle richieste sollevate dall'avv. Perticaro nel ricorso.
La decisione è prevista in tempi brevi.
Ci auguriamo che i diritti dell'inquilinato dell'Enasarco e a catena di tutto l’inquilinato degli Enti privatizzati possano ottenere giustizia.  
Si ricorda che è già fissata per il 5 aprile prossimo la causa di merito relativa al precedente ricorso discusso il 3 agosto 2011.

Moltissimi gli inquilini presenti già dalle prime ore del mattino.
Erano presenti anche i comitati degli altri enti previdenziali e fondi (Enpaia, Casse ragionieri-geometri-forense, Enpaf, Enpam, Inpdap, Fimit, BdR e Sara immobili, ecc.) che hanno portato il loro sostegno ad una battaglia comune contro le vendite speculative, gli aumenti insostenibili degli affitti, gli sfratti e per richiamare le istituzioni alla messa in campo di tutte le iniziative necessarie alla tutela degli inquilini.
Roma, 12 gennaio 2012

AS.I.A. - USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni