MONTESTALLONARA, DALLA TRUFFA ALLO SFRATTO: PICCHETTO IN SOLIDARIETA’ A MARCO E A TUTTI I TRUFFATI DEI PDZ

A seguito del rinvio ottenuto ad aprile, l’ufficiale giudiziario eseguirà giovedì 27 maggio un nuovo accesso per allontanare forzatamente da casa Marco.

Roma -

Come raccontato nel nostro comunicato del 12/04/2021, Marco vive da anni in affitto in un alloggio a Montestallonara. Una volta scoperto di pagare un canone di locazione in nero, Marco ha tentato di farsi riconoscere anni di affitto, pagato sempre con bonifico, quindi verificabile, per ottenere il legale riconoscimento della sua presenza nell’alloggio. Ma ciò non è stato possibile, ricadendo l’alloggio in un Pdz la cui convenzione non prevede che il socio della cooperativa (nel nostro caso il “locatore”) possa affittarlo.

 È a questo punto che interviene il Tribunale fallimentare, che in un primo momento ordina la cancellazione da socio del locatore per le violazioni della legge, ma poi, cambiando totalmente impostazione, ha rogitato a favore dell’ex locatore dell’alloggio di edilizia agevolata, nel silenzio assordante degli enti pubblici che avrebbero ed hanno funzione di controllo.

Come se non bastasse continua a non trovare applicazione la norma, approvata nell’ultima Legge Finanziaria, che impedisce la messa all’asta e la vendita degli alloggi realizzati con finanziamento pubblico. Ciò comporta che a Roma le curatele fallimentari continuano a gestire il patrimonio pubblico alla stregua di quello privato, mettendo sullo stesso piano truffatori e truffati, anzi spesso favorendo i primi a discapito dei secondi, in barba all’interesse pubblico e collettivo, senza tenere in minima considerazione gli scopi per i quali sono statti realizzati i singoli interventi di edilizia sociale.

Non dimentichiamo che spesso queste situazioni sono arrivate al limite grazie a molte “disattenzioni” degli Uffici regionali e comunali i quali o non intervengono o non si costituiscono nei giudizi o lasciano passare tanto, troppo tempo, prima di intervenire e far valere la finalità pubblica di questo importante patrimonio, mandando alle calende greche le procedure di revoca delle concessioni e dei finanziamenti.

ASIA-USB continua a denunciare le gravi ingiustizie che ogni giorno si consumano sulla pelle dei più deboli e in favore di chi specula e stritola questa città e indice per giovedì 27 maggio, a partire dalle ore 8.00, il picchetto in solidarietà con Marco, in via Monte Stallonara 90 a Roma.

Roma 24/05/2021

ASIA-USB

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati