Palermo, i centri sociali occupano un edificio abbandonato nel centro storico

Roma -

oggi, 21 gennaio 2012 11:01

(essea) Lo hanno ribattezzato "Ex carcere", in nome di una vecchia occupazione. I ragazzi del laboratorio Vittorio Arrigoni, il centro sociale sgomberato dalla polizia poche settimane fa, hanno occupato questa mattina una complesso storico nel centro di Palermo, al civico 17 di via san Basilio, a due passi dalla centralissima via Bandiera.
Si tratta di un ex convento, successivamente adibito a scuola, di proprietà del comune ma abbandonato all'incuria da una decina di anni. L'edifico - dicono i ragazzi - è stato occupato proprio "in risposta alla politica repressiva che chiude i centri sociali per riconsegnare al degrado gli spazi pubblici".

"Gli studenti insieme con i precari, il collettivo Ex- Carcere, gli attivisti del laboratorio Vittorio Arrigoni ed un folto gruppo di artisti delle compagnie teatrali palermitane - si legge in un comunicato degli studenti -  hanno dato vita ad una nuova occupazione in via San Basilio. Lo spazio di proprietà comunale era infatti stato abbandonato da anni e lasciato al degrado  dall'amministrazione Cammarata sempre intenta alla speculazione edilizia e mai a risolvere i problemi sociali che affliggono la città di Palermo. L'occupazione di questa mattina, avvenuta in risposta allo sgombero del Laboratorio Vittorio Arrigoni e a pochi giorni dalle dimissioni dello stesso sindaco Cammarata, darà il via alla realizzazione di un nuovo centro sociale fruibile al quartiere". L'occupazione dello spazio in via San Basilio segue le cinque giornate di protesta insieme al movimento dei Forconi.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni