Piano di Zona Isolato Stazione a Fiumicino: La Regione Lazio revoca il finanziamento pubblico alla Cicchetti Massimo srl

Fiumicino -

Il 26 Maggio scorso la Giunta della Regione Lazio ha revocato il finanziamento pubblico al costruttore Cicchetti Massimo srl, già fallito e accusato di truffa continuata ed aggravata ai danni degli ex inquilini di Via Berlinguer del PdZ Isolato Stazione a Fiumicino.
La procedura di revoca approvata dalla Giunta toglie quindi il presupposto cardine della Convenzione stipulata nel 2007 tra il costruttore e il Comune di Fiumicino, la quale dovrà essere annullata in tempi rapidissimi dall’amministrazione guidata dal Sindaco Montino.
All’annullamento consegue la riacquisizione a patrimonio pubblico dell’area sulla quale il costruttore, senza alcuna vigilanza da parte delle Istituzioni, è stato permesso di pretendere anticipi non dovuti, incassare affitti gonfiati e di lasciare un edificio incompiuto sia dal punto di vista costruttivo che urbanistico.
Tutto ciò fino al fallimento nel 2018 e al conseguente rischio per gli ex inquilini, con diritto di prelazione e già promissari acquirenti, di vedersi sgomberati perché definiti dalla curatela “occupanti senza titolo”, nonostante le decine e decine di migliaia d’euro pretesi impunemente dal costruttore e una delibera Comunale del 2016 contenente gravi errori di calcolo addirittura sulla rivalutazione monetaria, oltre che assecondante su tutte le richieste del costruttore.

Ora ci auguriamo che l’Amministrazione comunale di Fiumicino non trovi altri ostacoli all’approvazione della legge, che prevedeva la revoca della Convenzione già al momento del fallimento della soc. costruttrice e ancora non riusciamo a capire i motivi che hanno indotto l’amministrazione Montino ad annullare la procedura di revoca avviata nel 2016, lasciando le famiglie in balia del Tribunale Fallimentare.

ASIA-USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni