PICCHETTO A CASTEVERDE: BLOCCATI 27 SFRATTI

Roma -

In piena campagna romana gli inquilini resistenti dei Piani di zona in presidio contro l'esecuzione di 27 sfratti per colpa dei truffatori sull'edilizia sociale. Dopo una mattinata di mobilitazione l'Ufficiale Giudiziario ha rinviato lo sfratto delle 27 famiglie al 4 dicembre.

Continua a Roma la truffa dei piani di zona che colpisce sempre più famiglie.

IL CASO CASTELVERDE, NELL'ESTREMA PERIFERIA ROMANA.

Un altro assurdo caso: la Società costruttrice CEE S.r.l per poter realizzare gli immobili ha stipulato un contratto di mutuo con la Unipol Banca S.p.A., violando le norme previste con riferimento al mutuo agevolato regolato dal legislatore e relativo ai mutui accesi per la costruzione di immobile in regime di edilizia convenzionata. A causa dell’inadempienza della Società costruttrice nel pagamento delle rate del mutuo e a causa della successiva procedura di fallimento intentata dalla Banca ai danni della CEE S.r.l., gli immobili in oggetto sono stati pignorati.

Anche in questo caso, le famiglie occupanti gli appartamenti, nonostante abbiano già versato ingenti somme per l’acquisto della proprietà degli stessi, si ritrovano oggi ad essere costrette dall’Autorità a rilasciare gli immobili.

L'ASIA-USB è stata presente oggi a fianco degli inquilini per sostenere il presidio contro gli sfratti in via delle Cerquete 180 a Castelverde nella periferia estrema di Roma, lo sfratto è stato rinviato al 4 dicembre prossimo.

Anche da Castelverde un appello a partecipare alla manifestazione sotto la Regione Lazio (Garbatella) il 17 novembre alle ore 15,00 per chiedere al Presidente Zingaretti il blocco degli sfratti, la fine della speculazione sull'edilizia pubblica (Piani di Zona e Case popolari), la tutela degli inquilini colpiti dai processi di privatizzazione degli enti previdenziali e dei fondi immobiliari.

ASIA-USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni