PISA. Morosità incolpevole, sospesi 15 sfratti

Pisa -

Risolta la situazione di 15 famiglie: il Prefetto sospende gli sfratti a coloro che sono stati ammessi al contributo erogato con il bando del Comune

PISA — Continua l’impegno dell’amministrazione comunale per la lotta agli sfratti per morosità incolpevole. Per aiutare cioè le famiglie che non riescono a pagare l’affitto perché hanno subito una diminuzione del reddito familiare (licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, mobilità, mancato rinnovo contratto a termine o lavoro atipico, cessazione attività libero-professionale o d'impresa, etc), o per una malattia grave, un decesso, una separazione o, comunque, l'allontanamento di un componente del nucleo familiare.

Il Prefetto di Pisa ha sospeso gli sfratti per le famiglie che hanno partecipato al bando e che sono state ammesse al contributo. Sono 15 famiglie a Pisa e provincia, 6 delle quali nel Comune capoluogo. Che si vanno a sommare alle 14 famiglie che già a marzo avevano beneficiato dell’analogo provvedimento. Ora verranno contattati i proprietari che, se accetteranno di rinnovare il contratto di affitto con lo stesso inquilino, riceveranno gli arretrati e le spese legali. Se i proprietari non accettano, le famiglie avranno a disposizione i depositi cauzionali per sottoscrivere un nuovo contratto con un altro proprietario.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni