REGIONE LAZIO: GLI ABITANTI DELLE CASE POPOLARI OCCUPANO ASSESSORATO ALLA CASA

L'iniziativa di protesta è terminata dopo l'assemblea sotto l'assessorato.

E' stato fissato un incontro per venerdì ore 10.

‪#‎difendiamolecasepopolari‬

Roma -

https://www.facebook.com/hashtag/difendiamolecasepopolari?source=feed_text&story_id=1784467295110392

Chiedono riconoscimento degli aventi dirittto in tempi brevi

Circa cento abitanti delle case popolari, sostenuti dall’AS.I.A/USB, hanno da poco occupato gli uffici dell'Assessorato alle Politiche Abitative della Regione Lazio, in via Capitan Bavastro a Roma, per chiedere che venga subito discussa e approvata la regolarizzazione per gli inquilini senza titolo degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

Negli uffici occupati ha sede l'Osservatorio Regionale sulla condizione abitativa, che dovrebbe monitorare i dati relativi al “tema casa” nel Lazio e suggerire le linee regionali in materia, con particolare attenzione al patrimonio residenziale pubblico.

I dimostranti domandano quali siano le soluzioni individuate dal 1998 a oggi e come mai non sia ancora stata realizzata l'anagrafe del patrimonio ERP.

L'emergenza abitativa a Roma deve essere affrontata. Secondo l’AS.I.A/USB, la soluzione non è certo quella individuata da Tronca, che vuole sgomberare chi, dopo anni di abbandono del patrimonio ERP, è senza titolo, ma la regolarizzazione di tutti coloro che ne hanno diritto. Non è neanche quella approvata dalla Regione Lazio, che vuole svendere il patrimonio abitativo pubblico, di cui andrebbe invece aumentata la consistenza e curata la gestione e la manutenzione.

I manifestanti chiedono non solo la sanatoria, ma anche che questa venga effettuata nei tempi previsti dalla legge costituendo uno spartiacque tra il prima e il dopo: il "prima" è un arco temporale di oltre 40 anni, durante i quali si è permesso che nelle case popolari accadesse di tutto; il "dopo" deve essere l'inizio di una gestione puntuale e trasparente dell'Edilizia Residenziale Pubblica, vissuta finalmente come un Bene Comune.

Roma, 19 aprile 2016

Ufficio Stampa USB

Rossella Lamina

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni