Residence per l'emergenza abitativa: il Piano Casa li trasforma in case

Roma -

Residence per l'emergenza abitativa: il Piano Casa li trasforma in case „

Nel Piano casa che approderà alla Pisana si prevede un cambio di destinazione d'uso per gli "edifici adibiti ad alloggi temporanei per l'emergenza abitativa" dismessi entro il 31 dicembre 2013

Residence per l'emergenza abitativa: il Piano Casa li trasforma in case Non solo edifici dismessi e cliniche chiuse da tagli e piani di rientro. Anche i residence per l'emergenza abitativa potrebbero ritrovarsi beneficiare del cambio di destinazione d'uso, con tanto di aumento di cubatura del 30% , previsto dall'articolo 3 ter del Piano Casa regionale del Lazio che prevede inoltre di destinare una quota ad alloggi a canone calmierato. Nel provvedimento che arriverà in Consiglio alla Pisana mertedì pomeriggio è comparsa un'integrazione al comma 4, quello che concedeva di trasformare in case le strutture sanitarie private che cessano l'attività in base ai piani di rientro regionali, estendendo il beneficio anche “agli edifici adibiti ad alloggi temporanei per l'emergenza abitativa” conosociuti più semplicemente come residence.

Un tema caldo nella Capitale, quello della chiusura dei residence per l'emergenza abitativa, in quanto l'amministrazione capitolina ha annunciato nei mesi scorsi la volontà di chiudere gradualmente questi centri, partendo dal mancato rinnovo dei contratti in scadenza, in diversi casi ex uffici riadattati a mini-alloggi, che costano ogni anno all'amministrazione comunale quasi 30 milioni di euro con casi di spesa mensile a famiglia che sfora il tetto dei due mila euro. Se la modifica dovesse passare, tutti gli immobili i cui contratti sono stati interrotti, o di cui si è chiesta una ricontrattazione, entro il 31 dicembre 2013 potranno essere trasformati in residenze con tanto di premio di cubatura.

Si legge al punto 17 delle modifiche che l'amministrazione Zingaretti vorrebbe apportare al provvedimento che porta la firma dell'ex governatrice Renata Polverini e del suo assessore all'Urbanistica Luciano Ciocchetti: “Sono consentiti cambi di destinazione d'uso a residenziale degli edifici adibiti ad alloggi temporanei per l'emergenza abitativa in forza di atti e contratti con la pubblica amministrazione, che alla data del 31 dicembre 2013 siano dismessi o abbiano ricevuto lettera di disdetta anche ai soli fini di ricontrattazione dei termini o che non possano più proseguire l'attività emergenziale per manifesta volontà dell'amministrazione in conseguenza di quanto previsto dal decreto legge 6 luglio 2012 (Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini, ndr)”.

Ad annunciare battaglia contro il Piano Casa l'ex governatore del Lazio oggi capogruppo de La Destra Francesco Storace: “Sono contrario a concedere questo vantaggio a strutture che per anni hanno beneficiato degli affitti versati dalle amministrazioni comunali. Concedere il cambio di destinazione d'uso con tanto di premio di cubatura mi sembra un favore eccessivo ai proprietari di queste strutture” ha commentato. “Quando i contratti scadono il comune dovrà provvedere agli sfrattati e loro si dovrebbero adeguare alle regole del mercato”.

 

Il provvedimento è finito anche nel mirino dei comitati cittadini Carte in regola che domani, insieme a una serie di associazioni cittadine e ambientaliste ha organizzato un presidio di protesta fuori dalla Pisana: “Ci si potrebbe chiedere, trattandosi di una legge regionale, per quale pubblico interesse sia  stato mantenuto il comma “ciocchettiano” che regala vantaggi a chi possiede cliniche e sottrae ai territori servizi previsti nei piani regolatori,  e anche quale sia la pubblica utilità di una simile ulteriore estensione ai proprietari dei residences” scrivono sul blog. “Inoltre questo caso, nessun Comune, nessun Municipio potrà eccepire nel merito che un edificio utilizzato provvisoriamente come alloggio temporaneo (e clinica), in qualunque luogo si trovi o quasi, possa ottenere il cambio di destinazione in automatico con un regalo del 30% in più di cubatura”.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/piano-casa-regione-lazio-residence.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809




Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/piano-casa-regione-lazio-residence.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni