RIQUALIFICAZIONE NON FA RIMA CON DEMOLIZIONE!

Bergamo -

Nonostante la richiesta di incontro inviata al presidente della provincia di Bergamo oltre un mese fa e successivi solleciti, ad oggi non nessuna risposta è arrivata al Comitato Zingonia.

Oggi 22 dicembre il Comitato Zingonia ha tenuto una conferenza  stampa davanti alla provincia di Bergamo dove ha illustrato alla stampa la sua proposta di riqualificazione di Zingonia.

 

Alla luce dell'evidente fallimento dell'accordo di programma che prevede l'acquisizione e l'abbattimento delle Torri, il Comitato intende sottoporre all'attenzione della Provincia alcune proposte di effettiva riqualificazione della zona di Zingonia che, con una metodologia partecipativa e di controllo dei programmi, sviluppi una concreta operazione di inclusione sociale, riqualificando gli immobili degradati e mantenendo nell'area riqualificata la popolazione attuale.
Solo con un intervento deciso e condiviso, infatti, sarà possibile interrompere il processo di degrado ormai avviato.
In sintesi proponiamo:

1) la convocazione del Collegio di Vigilanza dell’ADP in essere al fine di prendere atto del suo fallimento e della sua sostanziale inapplicabilità;
2) la radicale modifica dell’accordo di programma mediante previsione dell’abbattimento di tre torri (le Athena) su sei;
3) a fronte di quanto sopra, ritiro delle azioni giudiziarie intraprese (ricorso al TAR e ricorso straordinario al Capo dello Stato) dal Comitato dei residenti;
4) il trasferimento dei proprietari Athena che lo vorranno in similari proprietà dei tre Anna in modo da renderli abitati per la loro interezza ed evitare così la conquista di spazi da parte dei sempre più aggressivi spacciatori locali;
5) la convocazione di un tavolo di discussione con il Prefetto ed il Questore al fine di rendere più efficace il contrasto allo spaccio nel territorio di Zingonia, con messa in discussione delle poco efficaci strategie attuali;
6) la convocazione di un gruppo ristretto di lavoro della Provincia al fine di elaborare il materiale necessario all’ottenimento dei fondi europei;
7) la promozione di un libero studio, da parte dei numerosi professionisti interessati (Zingonia è stata oggetto di studi e ricerche   specifiche, ultima la Triennale di Venezia) per la redazione di un 
progetto di riqualificazione.

Comitato Zingonia è Rete di supporto.

(Documento allegato)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni