ROMA, BASTA CON LA SPECULAZIONE SULLE CASE DEL P.D.Z. DI CASTEL GIUBILEO (CASE EX-SAI). ASSEMBLEA GIOVEDI’ 3 OTTOBRE.

Roma -

Sono passati quasi due anni da quando il Comune di Roma ha iniziato la procedura sanzionatoria nei confronti della soc. Immobiliare Castel Giubileo, procedura messa finalmente in campo dopo le denunce e le diffide presentate dall’avv. Perticaro per conto dell’ASIA-USB e degli inquilini, ma a tutt’oggi poco è cambiato.

La soc. Immobiliare continua a disdettare i contratti di affitto, a far pagare canoni di mercato (L. 431/98) non conformi alle prescrizioni previste per il piano di zona Castel Giubileo, a riaffittare alloggi senza l’autorizzazione di Roma Capitale, a procedere con gli sfratti con chi non riesce a pagare i canoni esosi, nonostante abbia pagato in tutti questi anni affitti più alti. Esattamente quello che sta succedendo alla signora di 84 anni che per gravi problemi familiari ha saltato il pagamento di sole due rate di affitto e ora si trova con l’Ufficiale Giudiziario che bussa alla porta, pur pagando regolarmente gli affitti.

La società Immobiliare continua con arroganza con questo atteggiamento intimidatorio nonostante abbia perso ogni opposizione legale ai provvedimenti di Roma Capitale.

Per fermare la gestione speculativa e contro legge da parte della soc. Castel Giubileo da mesi stiamo mobilitandoci chiedendo alla Dipartimento Urbanistico del Comune di Roma, competente sui controlli sui piani di zona, di far applicare la legge, di far pagare i canoni previsti dalla Convenzione e di sanzionare con la revoca della concessione la soc. Immobiliare per le gravi violazioni.

Stiamo contestando che l’applicazione della legge 431/98 per i canoni è illegittima perché questa legge si applica ai contratti privati. La legge 431 del 1998, all’art. 1, stabilisce che non si applica “agli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ai quali si applica la relativa normativa vigente, statale e regionale”. 

Il Dipartimento PAU di Roma Capitale sta facendo melina e rimanda continuamente l’attuazione di qualsiasi iniziativa nei confronti della società che continua a violare la legge.

L’ASIA-USB insieme al Comitato di Castel Giubileo invita gli inquilini alla mobilitazione per costringere il comune a ripristinare la legalità nella gestione delle case ex-Sai e a fermare gli sfratti e la speculazione sulla pelle delle persone più deboli.

Comune di Roma batti un colpo!

ASSEMBLEA

DEGLI INQUILINI DI CASTEL GIUBILEO

GIOVEDI’ 3 OTTOBRE, ORE 18,00

C/O CENTRO ANZIANI – L.go Monte San Giusto 13

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni