ROMA, CASE ENASARCO: ASSEMBLEA A CINECITTA', DIFENDIAMO IL DIRITTO ALLA CASA

ASSEMBLEA AL VII MUNICIPIO

LUNEDì 25 SETTEMBRE ore 17,00

c/o SALA ROSSA, VII MUNICIPIO, PIAZZA CINECITTA’ 11

Roma -

CASE ENASARCO:

DIFENDIAMO IL DIRITTO ALLA CASA DEGLI INQUILINI

LUNEDì 25 SETTEMBRE ore 17,00

c/o SALA ROSSA, VII MUNICIPIO, PIAZZA CINECITTA’ 11

partecipano:
Monica Lozzi, Presidente del VII Municipio e Angelo Fascetti, Asia-Usb

 

Sono arrivate da mesi a molti inquilini Enasarco della zona di Cinecittà le lettere del Fondo Immobiliare che invitano gli stessi inquilini ancora una volta ad optare per l’acquisto degli immobili o per rimanere in regime di locazione.

Molti altri inquilini hanno intrapreso nei confronti della Fondazione un’annosa iniziativa legale per rivendicare l’applicazione dei criteri equi e più oggettivi di valutazione degli immobili, i quali tenessero conto che si tratta di costruzioni obsolete, mai manutenute e in molti casi con presenza di amianto. Fino ad ora i giudici, i quali si stanno sempre più spesso dimostrando deboli con i forti e forti con i deboli, senza entrare nel merito delle cause le stanno respingendo, accettando di fatto i criteri di dismissione imposti agli inquilini dall’Enasarco.

L’ASIA-USB continua ad opporsi fermamente a questa modalità di vendita delle case: perché non si tiene conto dello stato reale degli alloggi e del fatto che l’Enasarco è un ente previdenziale pubblico - senza scopo di lucro - e che quindi non può speculare sul patrimonio abitativo; perché viene effettuata al prezzo di mercato fissato al 2010 (quando il mercato immobiliare, prima della crisi, era al punto più alto) e non tiene conto del forte abbassamento del prezzo delle case.

Il piano di dismissione dell’Enasarco (Progetto Mercurio) è di fatto fallito, sono stati vendute poche case rispetto alle previsioni, e l’invenduto è stato conferito ai Fondi Immobiliari (sempre di proprietà della Fondazione), che non riescono a loro volta a vendere il patrimonio abitativo.

Molti inquilini non possono acquistare, quelli che vorrebbero farlo non hanno la concessione dei mutui.

Questa politica speculativa messa in atto da tutti gli Enti previdenziali sta creando nella nostra città altre emergenze: molti degli alloggi sono tenuti vuoti e chi non riesce a pagare gli affitti è spesso sotto sfratto.

Le istituzioni sono completamente assenti di fronte ad un dramma della casa che sta coinvolgendo soprattutto gli inquilini economicamente più deboli, molti dei quali sono ora anziani.

L’ASIA-USB invita alla mobilitazione per chiedere al Comune di Roma e alla Regione Lazio la tutela degli inquilini, come prevedono le norme regionali in materia, attraverso:

1)      L’attivazione del fondo di rotazione per la concessione di mutui (fino a 200.000 € al tasso dell’1%) a chi è in grado di acquistare;

2)      La tutela degli inquilini che non potevano comprare attraverso l’acquisizione da parte dell’Ater degli alloggi in dismissione.

PER LA TUTELA DI TUTTI GLI INQUILINI

ASSEMBLEA AL VII MUNICIPIO

LUNEDì 25 SETTEMBRE ore 17,00

c/o SALA ROSSA, VII MUNICIPIO, PIAZZA CINECITTA’ 11

partecipano:
Monica Lozzi, Presidente del VII Municipio e Angelo Fascetti, Asia-Usb

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni