San Basilio, protestano i residenti delle case del comune: "Fogne rotte e topi"

Roma -

Come denuncia Asia Usb, circa centocinquanta persone hanno occupato la sala del consiglio del IV municipio: "Per la manutenzione non ci sono I soldi. Tronca pensa solo ad affittopoli."

 

Sala consiliare del IV municipio occupata per protesta. A mobilitarsi circa centocinquanta cittadini di San Basilio, residenti nelle case di proprietà del Comune di Roma. “Sono esasperati perché lo stato di manutenzione di queste case sta mettendo a repentaglio la salute degli abitanti” denunciano da Asia Usb, presente con alcuni esponenti alla manifestazione negli uffici sulla Tiburtina. 

 

“Denunciano una perenne fuoriuscita di liquami dalle fogne e una massiccia presenza di topi. C'è addirittura chi se li è ritrovati sotto al letto la notte scorsa. Sono oltre due mesi che la situazione è degenerata e in quella case vivono anche molti bambini” denunciano dal sindacato.

 

Gli inquilini presenti presso la sede municipale sono oltre cento ma ad essere coinvolte, fanno sapere dal sindacato, sono circa 680 abitazioni dislocate tra via Luigi Gigliotti, via Tranfo Carlo, via Girolamo Mechelli, via Domenico Grisolia e Piazza Aldo Bozzi. Nel corso della mattinata il presidente Emiliano Sciascia ha incontrato i residenti di San Basilio.

 

“Di fronte a questa emergenza gli uffici ci hanno sempre risposto che non ci sono i soldi” denuncia il sindacato. “Il Commissario Tronca, troppo impegnato nella campagna su 'affittopoli', abbandona gli inquilini delle case popolari e i quartieri popolari” conclude Asia.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni