Sfrattati e migranti occupano la sede San Paolo di Porta Palazzo

Torino -

La manifestazione simbolica per protestare contro l'aumento degli sfratti e degli affitti

Una quarantina di persone, sfrattati e migranti, hanno occupato simbolicamente la filiale della banca Intesa-San Paolo di Porta Palazzo. All'angolo di corso Regina Margherita campeggia la bandiera "stop sfratti", mentre sullo striscione appeso all'esterno dello sportello i manifestanti hanno scritto " Per le banche la crisi non c'è mai. Basta interessi da usurai". A supportare la protesta anche i militanti dello sportello Prendocasa del centro sociale Askatasuna: "San Paolo e la Compagnia sono responsabili di questa crisi abitativa in cui si trova Torino - attacca un manifestante - La città è capitale degli sfratti e abbiamo voluto parlare con i clienti San Paolo e con la gente di Porta Palazzo che è uno dei quartieri che sta patendo di più la crisi". A protestare diversi sfrattati e anche persone che hanno subito il pignoramento della casa. Dopo l'azione all'interno della filiale sono tutti usciti dalla banca e la protesta è proseguita all'esterno sotto il controllo dei funzionari della Digos senza che si siano registrati particolari momenti di tensione. Sulle vetrine sono stati attaccati volantini e finte banconote con le immagini di Fassino e Chiamparino vestiti da ladri.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni