SFRATTI: RASSEGNA STAMPA 7 FEBBRAIO

Roma -

Epolis Roma

di Paolo Anastasio

Emergenza abitativa. L’anziana vive da 60 anni nella casa di proprietà dei Maroniti

Disabile a rischio sfratto ‘Niente sconti dai frati’

< Il medico al seguito dell’ufficiale giudiziario non mi ha nemmeno toccata, mi ha solo guardata dicendo ‘signora, lei sta bene, può essere portata via’>. Ancora tanta rabbia nella voce di Nadia, anziana su una sedia a rotelle sotto sfratto dalla casa di via della Polveriera 8, di proprietà dei frati Maroniti, a due passi dal Colosseo. Tre giorni fa a casa sua la visita dell’ufficiale giudiziario, con nove poliziotti, l’ingegnere e la ‘dottoressa’ dei Maroniti, il fabbro e appunto il medico di prammatica. <Non mi ha nemmeno misurato la pressione, non ha verificato le mie condizioni di salute – aggiunge Nadia- eppure, lo sanno tutti che soffro di ipertensione. Mi è venuta una crisi di nervi, mi sono messa a strillare>. In casa con la signora Nadia, che lì ci vive dalla nascita ed è invalida al 100 per cento, il marito e il fratello. La signora non è morosa, ma non può far fronte all’aumento dell’affitto chiesto dai proprietari. <La zona è di pregio- dice Nadia- si possono spendere fino a 2mila euro al mese qui, ma io non ce li ho >. Alla fine l’ufficiale giudiziario se n’è andato, ma tornerà il 27 marzo.

FUORI DAL PORTONE, alcuni ragazzi del comitato di lotta per la casa del centro storico e l’assessore alla Politiche sociali del I Municipio, Roberto Morea: <L’ufficiale giudiziario è rimasto a casa della signora Nadia un’ora e mezza e ha ordinato ai poliziotti di non farmi entrare – denuncia Morea-E’ un fatto molto grave. Avrei voluto portare la voce dell’amministrazione in una trattativa complicata. Ma a tutti gli effetti la politica è stata lasciata fuori dalla porta >. Morea racconta che la signora Nadia possiede un’altra abitazione a Ciampino, che tuttavia ha bisogno di lavori di ristrutturazione per accogliere un disabile al 10 per cento. <Sto lavorando per un passaggio da casa a casa per la signora Nadia- dice Morea- I frati Maroniti hanno offerto una miseria per i lavori nella casa di Ciampino, a compensazione dello sfratto. La signora sarebbe disposta a trasferirsi dietro compenso>.

 

Il dato

Tutto fermo in Campidoglio

L’assessore alla politiche sociali Roberto Morea dice che il Municipio ha stanziato 10mila euro per ristrutturare la casa di Ciampino della signora Nadia, ma la pratica giace nell’ufficio del Gabinetto del sindaco.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni