UN TEATRO MONGIOVINO GREMITO CHIEDE AI CANDIDATI DI FIRMARE IMPEGNO A DIFESA DEL DIRITTO ALLA CASA.

Roma -

Davanti a centinaia di inquilini si è tenuto l'incontro con i candidati alle prossime elezioni che ha visto la presenza di esponenti politici, anche non candidati, e dei presidenti dei municipi che da tempo seguono le battaglie dell'inquilinato resistente.

L'assemblea è durata quasi tre ore e il teatro è rimasto pieno fino alla fine, nonostante la tarda ora. Sono stati molti gli intervenuti: si sono alternati i numerosi candidati che hanno chiesto di parlare, ai rappresentanti dei comitati inquilini dei vari enti previdenziali (Enasarco, Enpaia, Casse ragionieri-geometri-forense-notariato) e fondi, della Regione Lazio, delle FFSS, dell'housing sociale, ecc. 

Si sono presentati all'appuntamento candidati alla Regione Lazio del PD, del PDL, di SEL,  di Rivoluzione Civile e del Movimento 5 Stelle, intervenuto anche con la candidata alla camera dei deputati.
La platea ha seguito rumorosamente i vari interventi, interrompendo spesso chi dava la sensazione di fare affermazioni retoriche e non in sintonia col tema dell'assemblea. L'aria che si è respirata è stata quella di una situazione al limite dell'esasperazione: gli inquilini hanno cercato di far capire la necessità e l'urgenza di un intervento concreto della politica per affrontare l'emergenza casa nelle sue diverse sfaccettature.

Gli aumenti degli affitti, gli sfratti, le dismissioni a prezzi speculativi degli enti previdenziali sono diventati una cosa insopportabile per la nostra città, come è insopportabile la truffa che stanno subendo migliaia di inquilini con l'housig sociale.

Per scongiurare una prevedibile passerella elettorale è stato richiesto a tutti gli intervenuti di firmare il seguente impegno che sarà la piattaforma con la quale è stata lanciata una manifestazione cittadina per i primi giorni di aprile per presentare il conto alla nuova giunta regionale:

Sono candidato/a alle prossime elezioni del 24 e 25 febbraio 2013.

Mi impegno a sostenere, nella prossima legislatura,
i seguenti obiettivi:

·    Moratoria generalizzata degli sfratti, degli sgomberi e dei pignoramenti, compresi quelli per morosità incolpevole e apertura di tavolo inter-istituzionale per affrontare l’emergenza abitativa.

·    Blocco degli aumenti di affitto

·   Interruzione delle procedure di dismissione e vendita del patrimonio pubblico a partire da quello abitativo della Regione Lazio;

·   Fare totale chiarezza selle modalità di utilizzo dei fondi pubblici per l’edilizia agevolata destinata all’emergenza abitativa e fermare la truffa sull’housing sociale delle società cooperative, ridando una funzione sociale a questo importante patrimonio abitativo.

·   Definizione di risorse da destinare a politiche alloggiative pubbliche e verso la tutela dell’inquilinato degli enti privatizzati, delle fondazioni, delle banche, dei fondi immobiliari, delle casse e degli istituti assicurativi.

·   Ristabilimento della sovranità sociale sul suolo e dei processi partecipativi degli e delle abitanti attraverso strumenti decisionali e non solo consultivi.

·   Avvio di un censimento del patrimonio abitativo e delle aree pubbliche e private non utilizzate, verso il riuso delle medesime senza ulteriore consumo di suolo.

·   Studio di una tassazione progressiva sull’invenduto e cancellazione dell’IMU sulla prima casa.

Hanno sottoscritto questo impegno Fabio Nobile e Carmine Fotia di Rivoluzione Civile, Athos De Luca del PD, Silvana Denicolò Gianpiero Padalino Andrea Aquilino Dante Santacroce e Carla Quocco del M5S, Andrea Alzetta di Roma in Action.

Hanno ribadito il loro sostegno alla battaglia dell'inquilinato Cristiano Bonelli Presidente del Municipio 4,  Andrea Catarci Presidente del Municipio XI, Giuseppe Contenta Capogruppo PD Presidente del Municipio XII, Luigi Nieri di SEL, probalile candidato alle primarie per il Sindaco di Roma.

Si sono affacciati al Teatro, solo nei primi minuti iniziali, senza intervenire e senza firmare l'impegno a sostenere i punti dell'inquilinqto, il Capolista PD alla Regione Jean-Léonard Touad e Luca Malcotti candidato PDL alla Regione.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati