USB: Solidarietà agli attivisti Asia di Bologna in lotta per il diritto alla casa

Bologna -

Il Coordinamento Nazionale dell’Unione Sindacale di Base, appresa la notizia delle denunce che hanno colpito 13 attivisti  dell’As.I.A e dell’Unione Sindacale di Base per la protesta contro l’annunciato sgombero dell’occupazione di Via Irnerio, culminata con l’occupazione dei tetti del Comune, esprime tutta la propria solidarietà e sostegno attivo alla lotta per il diritto alla casa.

I capi d’imputazione, interruzione pubblico servizio,  manifestazione non autorizzata e resistenza con il corredo di lesioni a pubblico ufficiale - come riportato dagli organi di stampa-  assolutamente sproporzionati rispetto alle forme assunte dalla protesta, la dicono lunga sull’atteggiamento di chiusura dell’amministrazione comunale di fronte al disagio sociale causato dalle politiche di austerità portate avanti dal Governo Renzi,  con il consenso e la complicità delle istituzioni locali.

Sempre più spesso le giuste rivendicazioni sui diritti dei settori sociali più deboli ricevono solamente risposte repressive, sempre più spesso i bisogni di larghe fasce di popolazione, impoverite dalle drastiche misure di tagli ai servizi sociali imposti dall’Unione Europea, vengono ridotti a questioni di ordine pubblico.

In questo contesto un’ iniziativa di protesta contro gli sgomberi e l'assenza di una risposta all'emergenza casa diventa un crimine, perché oggi ogni resistenza a queste scelte politiche non è più ammessa, perché si cerca di annullare perfino  l'esistenza di ogni opposizione sociale e sindacale, si vuole negare la stessa possibilità di lottare per  una società dove non siano dominanti le logiche del profitto e della speculazione.

Tutto ciò si accompagna infatti a quel complesso di controriforme, dal Jobs Act alla privatizzazione dei Servizi Pubblici Locali, dalla riforme costituzionali all’attacco ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, dalla precarietà ai licenziamenti di massa,che ormai sono il tratto caratteristico di questi anni.

La resistenza allo sgombero di Bologna si inserisce nella più ampia lotta per l’affermazione del diritto all’abitare che migliaia di famiglie conducono in Italia ed entra a pieno titolo nella Campagna ‘ Voglio lavoro e stato sociale che USB ha lanciato e sta portando avanti con determinazione.

Coordinamento Nazionale USB     

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni