COLLI PORTUENSI: FINALMENTE QUALCOSA SI MUOVE!

Roma -

Ampia partecipazione di cittadini, movimenti e rappresentanti istituzionali all'assemblea pubblica di ieri, organizzata dal Comitato degli inquilini di viale dei Colli Portuensi 187 e dall’AS.I.A.- Rdb sul tema ‘La casa: un diritto negato’.

 

A introdurre il dibattito, gli inquilini che rischiano di perdere gli appartamenti messi in vendita dalla proprietà, il Fondo pensione dei dipendenti dell’ex Cassa di Risparmio di Trieste ora Unicredit, ad alcuni dei quali è già stata comunicata la vendita a terzi della propria abitazione.

 

Massima solidarietà agli inquilini è stata espressa da tutti gli intervenuti, e nello specifico da Andrea de Carolis della segreteria dell’Assessorato ai Lavori pubblici e alla Politica della casa della Regione Lazio, dai consiglieri comunali Fabio Nobile, Adriana Spera e Gemma Azuni e dai consiglieri municipali presenti.

In particolare, il vice-presidente del Consiglio del Municipio XVI Massimiliano Ortu ha ribadito la possibilità di valutare lo strumento della requisizione temporanea degli appartamenti messi in vendita, al fine di aprire un tavolo di trattativa con la proprietà.

 

L’assessorato regionale alle politiche abitative, invece, ha comunicato di avere già spedito una lettera al Fondo pensione per chiedere il blocco immediato delle vendite e, contestualmente, di aver invitato la proprietà al tavolo interistituzionale che dovrà definire gli strumenti e le misure per sostenere gli inquilini.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni