COLLI PORTUENSI: L'ATTEGGIAMENTO INTIMIDATORIO DEL FONDO PENSIONI NON FERMA LA MOBILITAZIONE

Roma -

 

Mentre si attende il tavolo interistituzionale convocato in Prefettura per l’8 luglio, continuano le minacce del Fondo pensioni nei confronti degli inquilini di viale dei Colli Portuensi 187.

 

Quattro inquilini, infatti, sono stati citati in giudizio con procedura d’urgenza in base all’ex articolo 700 del codice di procedura civile. Nella citazione si chiede, per chi ha il contratto in essere, la risoluzione immediata dello stesso oltre a un eventuale risarcimento del danno subito dal Fondo per avere impedito alla Gabetti di visionare gli appartamenti, mentre per gli inquilini con contratto di locazione scaduto un risarcimento danni. Per tutti, poi,  il Fondo chiede un provvedimento da parte del giudice a far visitare gli immobili a terzi. Le udienze sono fissate per l’8 luglio.

 

L’AS.I.A. RdB e gli inquilini giudicano questo atteggiamento strumentale e minatorio, dal momento che l’indisponibilità degli inquilini a fare visitare gli appartamenti non ha impedito alla Gabetti di venderne due a terzi.

 

 

Intanto, prosegue la mobilitazione verso il tavolo dell’8 luglio. Domani alle ore 12, il Consiglio del Municipio XVI si riunirà in seduta straordinaria per investire il presidente Bellini dell’onere di chiedere al Prefetto che l’AS.I.A. RdB e gli inquilini partecipino al tavolo interistituzionale che si riunirà in Prefettura.

 

Sempre nella giornata di domani, alle ore 15.30, il Consiglio comunale discuterà come primo punto all’ordine del giorno la vicenda di Colli Portuensi. Gli inquilini saranno presenti al municipio e al comune per verificare la natura del dibattito e per sollecitare l’interruzione delle vendite degli appartamenti a terzi e le citazioni in giudizio.

 

 

Infine, ancora domani, alle ore 18 gli inquilini e l’AS.I.A. RdB incontreranno il neo assessore alla Casa della Regione Lazio, Mario Di Carlo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni