E' emergenza per le abitazioni ma le case popolari sono sfitte

Ancona -

ANCONA - Decine di alloggi popolari chiusi in attesa dell’assegnazione del Comune. A sollevare la questione, un gruppo di residenti di via Maestri del Lavoro e i responsabili del Centro sociale Asilo Politico.
Segnalazioni analoghe anche in via Torresi, piazza Ugo Bassi e dalle parti di via Cialdini. La situazione più critica in via Maestri del Lavoro dove alcuni appartamenti, soprattutto quelli al primo piano, hanno porte e finestre blindate con speciali pannelli in acciaio. Un accorgimento preso per evitare subentri abusivi come accaduto tempo addietro al civico 55 di via Maestri del Lavoro.

C'è anche chi utilizza la casa popolare come deposito di mobili avendo addirittura la residenza in un altro Comune. Porte e finestre blindate anche ai secondi piani. Per capire che in quelle case non ci abita nessuno basta osservare la cassetta della posta che trabocca di corrispondenza. Alcuni timbri postali risalgono a due anni fa. Secondo alcuni residenti questi appartamenti potrebbero essere consegnati subito essendo in ottimo stato di conservazione.
Appartamenti chiusi anche in piazza Ugo Bassi alle spalle del supermercato Sma.

Anche in questo caso porte e finestre blindate in tre palazzine. In via Torresi civico 101/103 un gruppo di inquilini ci indica degli appartamenti liberi al secondo e terzo piano. Uno di questi a detta dei residenti sarebbe chiuso da oltre quattro anni causa decesso della persona che ci abitava.

Sulla questione dice la sua Maurizio Urbinati assessore ai Lavori Pubblici con la delega per la Casa: “Quando un appartamento torna in possesso delle case popolari occorrono 5/6 mesi di tempo per rimettere a posto i vari impianti poi l'immobile viene affidato al Comune che chiama per l'assegnazione ufficiale la prima persona in graduatoria che ha 30 giorni di tempo per decidere se accettare o meno la casa. In caso di rifiuto, si passa al nominativo successivo sempre con un mese di tempo per decidere. Gli appartamenti chiusi spesso sono in regola con le pratiche di assegnazione. Siamo costretti a blindare porte e finestre per evitare occupazioni abusive”.

http://www.corriereadriatico.it/ANCONA/case_popolari_vuote_chiuse_ancona/notizie/353323.shtml

Domenica 10 Novembre 2013

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni