Emergenza abitativa, momenti di tensione per liberare degli immobili. Chiesto al prefetto un tavolo per fronteggiare la situazione

Viareggio -

Cresce l’emergenza abitativa nel comune di Viareggio, dove sono diversi gli sfratti programmati da parte della Procura della Repubblica di Lucca per cercare di riportare la situazione alla normalità. Momenti di tensione si sono registrati al quartiere Fontanini al Varignano, a Viareggio, nella mattinata dove è stato eseguito il sequestro di un appartamento occupato da una famiglia di 4 persone da 13 anni. Il quartiere è stato presidiato da polizia, carabinieri e polizia municipale: la donna che occupava l’appartamento è caduta mentre lo stavano sgomberando e si è procurata una lussazione ad una spalla ed è dovuta andare in ospedale. Tensione anche davanti al Comune dove un gruppo di sfrattati ha tentato di entrare. Le forze dell’ordine li hanno bloccati, nella colluttazione una ragazza di 16 anni ha ricevuto un calcio al petto ed è andata anche lei in ospedale per accertamenti. Per tutto il giorno il Comune è rimasto chiuso, presidiato da polizia e carabinieri. Il sindaco, Leonardo Betti ha ricevuto una delegazione degli sfrattati, mettendoli al corrente delle difficoltà che ci sono. Intanto ha chiesto al Prefetto di Lucca un incontro con Regione e Provincia per istituire un tavolo per cercare di fronteggiare l’emergenza. Ci sono una ventina di case che devono essere liberate perché occupate abusivamente e l’inchiesta della procura di Lucca coordinata dal pm Antonio Mariotti andrà avanti nell’esecuzione di questi provvedimenti, quindi si preannunciano altre giornate di tensione come quella odierna. Nei giorni scorsi ci sono state minacce ad impiegati dell’ufficio casa e all’assessore al sociale e alla casa, Isaliana Lazzerni, sono state tagliate due gomme dell’auto. Fonte: ANSA

Cresce l’emergenza abitativa nel comune di Viareggio, dove sono diversi gli sfratti programmati da parte della Procura della Repubblica di Lucca per cercare di riportare la situazione alla normalità. Momenti di tensione si sono registrati al quartiere Fontanini al Varignano, a Viareggio, nella mattinata dove è stato eseguito il sequestro di un appartamento occupato da una famiglia di 4 persone da 13 anni. Il quartiere è stato presidiato da polizia, carabinieri e polizia municipale: la donna che occupava l’appartamento è caduta mentre lo stavano sgomberando e si è procurata una lussazione ad una spalla ed è dovuta andare in ospedale. Tensione anche davanti al Comune dove un gruppo di sfrattati ha tentato di entrare. Le forze dell’ordine li hanno bloccati, nella colluttazione una ragazza di 16 anni ha ricevuto un calcio al petto ed è andata anche lei in ospedale per accertamenti. Per tutto il giorno il Comune è rimasto chiuso, presidiato da polizia e carabinieri. Il sindaco, Leonardo Betti ha ricevuto una delegazione degli sfrattati, mettendoli al corrente delle difficoltà che ci sono. Intanto ha chiesto al Prefetto di Lucca un incontro con Regione e Provincia per istituire un tavolo per cercare di fronteggiare l’emergenza. Ci sono una ventina di case che devono essere liberate perché occupate abusivamente e l’inchiesta della procura di Lucca coordinata dal pm Antonio Mariotti andrà avanti nell’esecuzione di questi provvedimenti, quindi si preannunciano altre giornate di tensione come quella odierna. Nei giorni scorsi ci sono state minacce ad impiegati dell’ufficio casa e all’assessore al sociale e alla casa, Isaliana Lazzerni, sono state tagliate due gomme dell’auto. Fonte: ANSA

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/emergenza-abitativa-momenti-di-tensione-per-liberare-degli-immobili-chiesto-al-prefetto-un-tavolo-per-fronteggiare-la-situazione/
Copyright © gonews.it

Cresce l’emergenza abitativa nel comune di Viareggio, dove sono diversi gli sfratti programmati da parte della Procura della Repubblica di Lucca per cercare di riportare la situazione alla normalità. Momenti di tensione si sono registrati al quartiere Fontanini al Varignano, a Viareggio, nella mattinata dove è stato eseguito il sequestro di un appartamento occupato da una famiglia di 4 persone da 13 anni. Il quartiere è stato presidiato da polizia, carabinieri e polizia municipale: la donna che occupava l’appartamento è caduta mentre lo stavano sgomberando e si è procurata una lussazione ad una spalla ed è dovuta andare in ospedale. Tensione anche davanti al Comune dove un gruppo di sfrattati ha tentato di entrare. Le forze dell’ordine li hanno bloccati, nella colluttazione una ragazza di 16 anni ha ricevuto un calcio al petto ed è andata anche lei in ospedale per accertamenti. Per tutto il giorno il Comune è rimasto chiuso, presidiato da polizia e carabinieri. Il sindaco, Leonardo Betti ha ricevuto una delegazione degli sfrattati, mettendoli al corrente delle difficoltà che ci sono. Intanto ha chiesto al Prefetto di Lucca un incontro con Regione e Provincia per istituire un tavolo per cercare di fronteggiare l’emergenza. Ci sono una ventina di case che devono essere liberate perché occupate abusivamente e l’inchiesta della procura di Lucca coordinata dal pm Antonio Mariotti andrà avanti nell’esecuzione di questi provvedimenti, quindi si preannunciano altre giornate di tensione come quella odierna. Nei giorni scorsi ci sono state minacce ad impiegati dell’ufficio casa e all’assessore al sociale e alla casa, Isaliana Lazzerni, sono state tagliate due gomme dell’auto. Fonte: ANSA

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/emergenza-abitativa-momenti-di-tensione-per-liberare-degli-immobili-chiesto-al-prefetto-un-tavolo-per-fronteggiare-la-situazione/
Copyright © gonews.it

Cresce l’emergenza abitativa nel comune di Viareggio, dove sono diversi gli sfratti programmati da parte della Procura della Repubblica di Lucca per cercare di riportare la situazione alla normalità. Momenti di tensione si sono registrati al quartiere Fontanini al Varignano, a Viareggio, nella mattinata dove è stato eseguito il sequestro di un appartamento occupato da una famiglia di 4 persone da 13 anni. Il quartiere è stato presidiato da polizia, carabinieri e polizia municipale: la donna che occupava l’appartamento è caduta mentre lo stavano sgomberando e si è procurata una lussazione ad una spalla ed è dovuta andare in ospedale. Tensione anche davanti al Comune dove un gruppo di sfrattati ha tentato di entrare. Le forze dell’ordine li hanno bloccati, nella colluttazione una ragazza di 16 anni ha ricevuto un calcio al petto ed è andata anche lei in ospedale per accertamenti. Per tutto il giorno il Comune è rimasto chiuso, presidiato da polizia e carabinieri. Il sindaco, Leonardo Betti ha ricevuto una delegazione degli sfrattati, mettendoli al corrente delle difficoltà che ci sono. Intanto ha chiesto al Prefetto di Lucca un incontro con Regione e Provincia per istituire un tavolo per cercare di fronteggiare l’emergenza. Ci sono una ventina di case che devono essere liberate perché occupate abusivamente e l’inchiesta della procura di Lucca coordinata dal pm Antonio Mariotti andrà avanti nell’esecuzione di questi provvedimenti, quindi si preannunciano altre giornate di tensione come quella odierna. Nei giorni scorsi ci sono state minacce ad impiegati dell’ufficio casa e all’assessore al sociale e alla casa, Isaliana Lazzerni, sono state tagliate due gomme dell’auto. Fonte: ANSA

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/emergenza-abitativa-momenti-di-tensione-per-liberare-degli-immobili-chiesto-al-prefetto-un-tavolo-per-fronteggiare-la-situazione/
Copyright © gonews.it

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni