FISSATI I PARAMETRI PER GLI ALLOGGI SOCIALI

In Gazzetta il decreto interministeriale

Roma -

Il Sole 24 Ore

Definiti gli standard dell’alloggio sociale. Il decreto interministeriale che fissa i parametri funzionali delle case destinate a giovani coppie, anziani, studenti e, più in generale, soggetti in possesso dei requisiti per accedere all’edilizia residenziale pubblica è stato pubblicato ieri nella «Gazzetta Ufficiale» n. 146.

Il provvedimento del 22 aprile 2008 consente di evitare il rischio di procedure di infrazione da parte dell’Unione europea che include tra gli aiuti di Stato i fondi pubblici destinati agli operatori che realizzano alloggi sociali.

In sostanza, è qualificato come alloggio sociale «l’unità immobiliare adibita a uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato». Rientrano in questa cornice «gli alloggi realizzati o recuperati da operatori pubblici e privati, con il ricorso a contributi o agevolazioni pubbliche – quali esenzioni fiscali, assegnazione di aree od immobili, fondi di garanzia, agevolazioni di tipo urbanistico – destinati alla locazione temporanea per almeno otto anni ed anche alla proprietà». Spetterà alle Regioni stabilire i requisiti per l’accesso agli alloggi sociali.

Con il decreto 22 aprile 2008 sarà infine possibile uniformare ai criteri Ue le gare d’appalto nel settore dell’edilizia.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati