L'emergenza abitativa in provincia di Bologna.

Bologna -

Oggi a Crespellano è stato promosso un picchetto anti-sfratto dall'ASIA--USB. La famiglia da tempo non pagava più l'affitto a causa della cassaintegrazione. Lo sfratto è stato rinviato al 24 di Maggio.
La situazione in tutta la provincia di Bologna sta diventando insostenibile, e le politiche abitative portate avanti sia dal centro-sinistra che dal centro-destra si sono rivelate tutte a vantaggio della rendita e dei proprietari immobiliari. Chi continua a subire le conseguenze sono i lavoratori, i disoccupati, chi non riesce a sostenere gli esorbitanti affitti e viene sfrattato, chi vede la propria casa pignorata perchè non riesce a sostenere il mutuo.
Mentre il Governo discute di un nuovo Piano Casa per rimpolpare i portafogli dei costruttori, la Regione Emilia Romagna segue a ruota in queste politiche contro i diritti dei lavoratori.
La soluzione per tutelare i lavoratori dagli effetti della crisi è un intervento straordinario da parte della Regione che faccia ripartire i finanziamenti all'Edilizia residenziale pubblica. Senza case popolari, la “gestione dell'emergenza” e i “diversi criteri d'assegnazione” sono solo chiacchiere che continueranno a creare precarietà abitativa su cui poter speculare.

6 maggio 2011

ASIA-USB Bologna

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni