Milano, 13 mila famiglie a rischio sfratto

Milano -

Martedì 25 Settembre 2012 09:40 di  Redazione Contropiano

 

Sono 9.700 quelle che risiedono a Milano, le altre nell'hinterland. In 9 casi su 10 la causa è la morosità. E il Fondo di sostegno affitti regionale è sempre più ridotto: da 40 milioni nel 2011 è passato a 12. I dati del Sicet

MILANO – Tra ottobre e novembre 13mila famiglie rischiano lo sfratto. Di queste, 9.700 risiedono a Milano, mentre le altre risiedono nell'hinterland. In nove alloggi su dieci, la causa dell'esecuzione dello sfratto è la morosità. Lo dicono i dati Sicet, che verranno presentati questo giovedì in una conferenza stampa. Se l'affitto diventa sempre più caro, il fondo di sostegno affitti regionale è sempre più ridotto. E il trend rischia di infoltire il gruppo degli alloggi sotto sfratto. Dai 40,8 milioni di euro del fondo 2011, ne verranno tagliati 21,4 dallo Stato e altri 11,2 dai comuni e dalla Regione. In cassa, quindi, restano solo 12 milioni di euro.

"Il fondo sosteneva 7.500 affittuari fino allo scorso anno. Con i nuovi criteri introdotti dal Governo Monti, sono 1.200: questo significa che solo a Milano ci sono 6.300 famiglie in più che rischiano di diventare morose", dice Leo Spinelli del Sicet. L'unica soluzione all'emergenza milanese, per il Sicet, è potenziare l'edilizia pubblica piuttosto che sostenere l'housing con prezzi ridotti. Il problema infatti, non sono le case che mancano, ma i prezzi inaccessibili per la cittadinanza. Sono infatti 70mila gli alloggi sfitti a Milano e 4.500 gli occupanti abusivi sparsi in tutta la città. "È inutile fantasticare su ceti medi che non esistono: se si guardano i redditi delle 23mila famiglie che hanno fatto domanda per una casa popolare, ci si rende conto che per loro è impossibile pagare anche un affitto di 500 euro al mese", spiega Spinelli. Sono circa 16mila, infatti, le persone con un reddito Isee inferiore ai 7.500 euro. "Questi non pagheranno mai, hanno bisogno le tutele che offre un alloggio Aler", chiosa.

Dirittiglobali.it

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni